Era da tempo che Stefano Spagnolo di Salento Wine Shop mi parlava del suo amato Salento e me lo dipingeva come una terra capace di produrre vini rosati straordinari. Così mi manda 6 etichette di questi vini rosati pugliesi e la prima cosa che ho pensato, quando ne ho visto (e degustato) uno in particolare, è stata: “cavolo, se li assaggiasse Akiyoshi se ne innamorerebbe!”. Akiyoshi è un mio cliente giapponese, e quando parlo con Federico che lavora con lui mi dice spesso i trend del mercato del vino italiano in Giappone.

So che il Cerasuolo d’Abruzzo è una delle etichette più fortunate, per essere un vino rosato che si avvicina per struttura e colore ad un vino rosso, ma si beve fresco. In effetti anche i vini rosati pugliesi hanno questa caratteristica, con la differenza di essere tendenzialmente più complessi e fini al naso. A volte sono ingiustamente paragonati ai vini rosati provenzali, paragone che proprio non ci azzecca nulla dato che è come paragonare il gelato al fiordilatte con il gelato al limone solo perché entrambi i gusti sono di colore bianco.

vini rosati pugliesi

Stefano mi ha mandato 5 etichette di Negroamaro e 1 etichetta di Primitivo, tutte in vendita al pubblico al di sotto dei 10 €. Dato che era la prima volta che assaggiavo con la volontà di scriverci sopra dei vini rosati pugliesi ho deciso di fare una prima degustazione e poi farne una seconda il giorno successivo in modo di avere la bocca più “avvinata” a questo tipo di vini. Le impressioni del giorno precedente sono state complessivamente confermate, ho solo invertito i due Negroamaro sul podio: alla fine ha prevalso il Rosarò perché il Metiusco, nonostante al naso si sia rivelato assolutamente straordinario, l’ho trovato leggermente meno coerente in bocca. Uno di questi Negroamaro si è rivelato “non classificabile” e davvero terribile, ma della serie che erano anni che non mi capitava di degustare un vino così fatto male, e per rispetto del lavoro delle persone che ci sono dietro non vi citerò il nome.

Ora le degustazioni, in ordine di apprezzamento.

.

Vini rosati pugliesi: Rosarò 2017

Negroamaro 100% |Da vigneti collocati a Guagnano con viti di età fino a 35 anni allevate a spalliera | 13% vol

vini rosati pugliesi

Si presenta di un bellissimo rosa cerasuolo più tenue degli altri con gradevoli sfumature bronzo. Il colore è davvero invitante. Al naso è eccezionale, con note di yogurt greco con una goccia di miele d’acacia, cumino, fragole, karkedé, fiori di ibisco, panna montata non zuccherata, viola, orchidea Phalaenopsis Liodoro. In bocca dimostra una grandissima coerenza al naso e si comporta bene: freschissimo, ampio, persistente e lungo, sapido ma comunque equilibrato. Anche da solo da grande soddisfazione.

.

Vini rosati pugliesi: Metiusco 2017

Negroamaro 100% | Viti allevate ad alberello pugliese | 13% vol

vini rosati pugliesi

Rosa cerasuolo intenso e brillante, alla vista denota una grande struttura. Il naso è piacevolissimo e ricco, con note di yogurt alle fragole, pepe rosa, salvia, burro salato, cumino, ostrica, fiori di rosa e un finale quasi mielato. In bocca è molto strutturato, il gusto è abbastanza coerente con i profumi ma più semplice. Abbastanza orizzontale, ma più spostato sulla freschezza. Il finale è sapido, anzi molto sapido e fruttato. Persistente e con una bella lunghezza. La sua sapidità lo rende perfetto per abbinarsi a carne di pollo, anatra, oca, crostacei, un buon prosciutto crudo dolce.

.

.Vini rosati pugliesi: Aka 2017

Primitivo 100% | Da vigneti collocati in Manduria con viti di età fino a 40 anni allevate ad alberello pugliese | 13% vol

vini rosati pugliesi

Rosa cerasuolo brillante. Al naso è molto ricco e dolce, con note di confettura di lamponi, pesca gialla, mora, vaniglia, panna montata leggermente zuccherata e fragoline di bosco. In bocca è piacevolissimo e dimostra una grande coerenza al naso, con le note di pesca gialla e mora che diventano ancora più mature. Giustamente sapido e freschissimo. La sua beva facile e il suo essere un accompagnatore discreto lo rende perfetto per tutti i tipi di sushi e sashimi moderno.

.

Vini rosati pugliesi: Tenuta Paraida 2017

Negroamaro 100% | Da vigneti collocati nell’agro Copertino con viti di età fino a 30 anni allevate ad alberello pugliese | 13% vol

vini rosati pugliesi

Rosa cerasuolo leggermente più tenue, molto brillante. Il naso è freschissimo e tradisce una vendemmia leggermente anticipata rispetto alla curva di maturazione che lo rende anche più semplice. Prevalgono le note speziate, e si riconoscono note di peperoncino e di salvia. In bocca c’è una grandissima coerenza al naso, ed anch’essa si presenta speziata e verticale. Nel complesso è meno sapido del precedente. La sua facile beva e la discreta lunghezza lo rendono perfetto per un ottimo aperitivo, con tanti stuzzichini, formaggi e salumi di tutti i tipi, anche molto stagionati.

.

Vini rosati pugliesi: Myère 2017 – Michele Calò

Negroamaro 90%, Malvasia Nera Leccese 10% | Da vigneti collocati a Tuglie con viti allevate ad alberello pugliese | 13% vol

vini rosati pugliesi

Rosa corallo molto intenso e brillante. Al naso è molto scarico di profumi rispetto agli altri, ma è comunque fine, di fatto tutto incentrato sulla fragola e sulle sue declinazioni, con un finale di cioccolato bianco e fiori di cappero. In bocca è molto coerente, ma rimane che mi ha deluso la sua eccessiva semplicità e il suo non essere perfettamente pulito. Il finale è inesistente, ma la beva è sicuramente facile e rimane comunque fresco. Non un vino rosato che consiglierei, ma mi riservo di provarne un’altra annata. Non posso dare la colpa infatti all’andamento climatico dato che gli altri vini rosati che ho degustato sono stati eccellenti, ma probabilmente c’è stato qualcosa che non è andato giusto nella scelta del momento della vendemmia.

.

Insomma, grazie Stefano per avermi donato un pezzetto del tuo Salento. Spero di venirti a trovare presto e di scoprire le sue meraviglie… e farmi una bella settimana di relax nelle sue favolose spiagge! Ormai è tantissimo che non vado nel Salento… ci ho passato una bellissima vacanza con uno dei miei due migliori amici, Marco… tanti anni fa!

vini rosati pugliesi

E ora vado a prepararmi che il primo video del mio nuovo canale sulla IGTV ho deciso di farlo in onore della Notte Romantica di Monte Isola… cheers <3

Chiara

Shares