Questo articolo sarà un po’ diverso dagli altri perché è dedicato a una bellissima giornata nella penisola di Setúbal col mio migliore amico Fabrizio. Questo articolo parla di una cantina a cui sono affezionata, Bacalhoa, e dei suoi affascinanti vini portoghesi. Parla delle sue ville, delle sue collezioni, della sua storia. In assoluto è stata la giornata che ho preferito. Complice sicuramente l’atmosfera particolare, sognante e nostalgica, che culla dolcemente il riposo delle sue barrique di rovere francese. Sì perché a Bacalhoa c’è una barricaia meravigliosa, il luogo che da solo vale il viaggio! Il vino di tantissime botti matura tra splendide azulejos e si muove dolcemente grazie ad un’incantevole musica. Poi ho scelto questa foto di copertina perché raffigura il palazzo Bacalhoa, che è proprio il simbolo dell’azienda come evidenzia lo stesso logo. Per questo, solo per questo articolo, ho deciso di lasciare parlare le foto. Io mi limiterò a descriverti le sensazioni organolettiche dei 3 vini degustati!

.

Bacalhoa, degustazione 1: Quinta do Carmo 2016

bacalhoa-vini-portoghesi-vinhos

Di questo vino mi sono assolutamente innamorata, è stata la mia “scoperta” di questo viaggio nell’enoturismo portoghese! Tanto che ho deciso di portarne una bottiglia al mio papà, insieme ad una bellissima Azulejos dipinta a mano! Si presenta di un bel giallo paglierino intenso e brillante con splendidi riflessi oro. Forma archetti regolari e molto ravvicinati che suggeriscono una gradazione alcolica un po’ sopra la media. Il naso è meraviglioso e grasso, con i sentori tipici della botrytis cinerea. Ho chiesto alla guida se l’uva viene attaccata dalla muffa nobile ma non me lo ha saputo dire, anzi l’ho intravista preoccupata che non mi piacesse… 😄 In secondo piano si riconoscono agrumi maturi, una nota balsamica e una di medicinale. In bocca è pieno, ampio, grasso, con un ottima rispondenza al naso. Comunque freschissimo e si avverte appena l’alcolicità. Il finale è davvero lungo. Proprio non vedo l’ora di bermelo col mio papà e sentire se gli piace quanto è piaciuto a me! 😍

.

Bacalhoa, degustazione 2: Tinto da Anfora 2016

bacalhoa-vini-portoghesi-vinhos

Questo vino è entrato nel cuore di Fabrizio ma non nel mio, ma riconosco che ha comunque un ottimo rapporto qualità prezzo. Si presenta di un rosso rubino intenso, quasi impenetrabile. Agitandolo si formano archetti regolari e molto molto vicini che ci suggeriscono una gradazione alcolica importante. Il naso ha un piacevole sentore di affumicato, note tostate legnose e una spezia dolce, chiodi di garofano, che chiude con note erbacee. In bocca ha una buona rispondenza al naso, è molto particolare, assume una nota erbacea. In bocca si conferma il gusto affumicato. Fresco, più verticale, grande piacevolezza e lunghezza.

 

Bacalhoa, degustazione 3: Moscatel de Setubal D.O. 2015

bacalhoa-vini-portoghesi-vinhos

Che spettacolo questo Muscatel nonostante la giovanissima età!  Di un bellissimo color ambrato brillante . Grande consistenza, si formano archetti regolari e molto vicini che denotano l’alcolicità. Naso molto equilibrato e opulento con note di nocciola, miele di eucalipto, rosa essiccata, essenza di legno di sandalo, mentolato, patchuli, canfora, fave di cacao. In bocca è intenso, con un’ottima rispondenza al naso, a tratti piccante e sapido. Buona bevibilità alla giusta temperatura. Caldo e lunghissimo, perfetto da meditazione.

Ora sfoglia la gallery e guarda tutte le foto di Bacalhoa! 😍

Spero di cuore che queste foto ti siano piaciute… e di averti ispirato un viaggio che vale la pena fare!

Tu conosci la zona di Setúbal? Sei mai stato a Lisbona?

Cheers ❤

Chiara

P.S. Come sempre ringrazio Sony Italia e Universo Foto per lo splendido gioiellino che mi hanno sponsorizzato: la mitica fotocamera RX100M4 con cui ho scattato queste bellissime foto. In particolare voglio sottolineare la qualità delle foto ottenute negli ambienti poco luminosi come la cantina e il palazzo Bacalhoa!

sony universo foto

Shares