Seleziona una pagina

Il lambrusco di Sorbara è un vitigno a bacca nera.

Sinonimi e cloni

  • Sinonimi: lambrusco sorbarese.

Lambrusco di Sorbara: caratteristiche

… della pianta

  • Aspetto: foglia medio-piccola, pentagonale, intera o con tre lobi appena pronunciati, seno peziolare a U molto aperto e seni laterali superiori appena accennati. La pagina superiore è liscia e di colore verde opaco. La pagina inferiore è lanugginosa e di colore grigio-verde. Picciolo medio e glabro.
  • Maturazione: fine settembre, primi di ottobre. Grappolo medio, allungato, piramidale e con una sola ala, quasi sempre molto spargolo a causa della colatura. Acino medio e subrotondo. Buccia spessa, consistente e di colore blu-nero. Polpa succosa dal sapore dolce.
  • Produttività: scarsa, ma relativamente costante.
  • Vigoria: molto elevata.
  • Resistenza alle avversità: buona resistenza al marciume, alle tignole e al gelo, ma sensibile alla colatura e all’acinellatura.
Vitigno lambrusco di Sorbara
La foglia © Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

… del vino prodotto

  • Esame visivo: rosso rubino con riflessi rosa cerasuolo, quasi trasparente.
  • Esame olfattivo: intenso e fruttato con un bouquet di lamponi, fragole di bosco e mirtilli essiccati.
  • Esame gusto-olfattivo: fresco, spesso con una spiccata acidità e morbido, sapido e non molto strutturato.

Zone di coltivazione

  • Italia: (zone idonee) Emilia-Romagna, Lombardia e provincia di Treviso.
  • Mondo: nessuna.

Lambrusco di Sorbara: vini italiani DOCG e DOC dove è ammesso

  • DOCG: nessuno.
  • DOC: Lambrusco di Sorbara, Modena o di Modena, Reggiano.

Fonti:

© Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Catalogo Nazionale delle varietà di vite.

© Bassi C., Sommelier: il manuale illustrato, Cammeo DiVino, Monte Isola, 2022, pp. 155

error: Questo contenuto è protetto da copyright ©Chiara Bassi perlagesuite.com