Dal 19 al 20 settembre la Franciacorta è in festa per l’annuale festival che la vedrà protagonista di una serie di appuntamenti davvero irrinunciabili per tutti gli amanti delle bollicine! E ce ne sarà per tutti: i winelovers potranno prendere parte a verticali e degustazioni a tema, mentre i foodies avranno il palato deliziato da tante specialità locali! E per i cultori dell’arte e della musica come me, potranno godere di opere straordinarie bevendo Franciacorta. Sono davvero estasiata… a proposito… un salto a La Montina a vedere il loro stupendo museo d’arte moderna lo dovresti proprio fare… e bevici magari su un rosé millesimato… fidati 😀

Io sono davvero super eccitata! Un po’ perché adoro le bollicine… in particolare il Franciacorta… e un po’ perché le cantine hanno davvero programmi sfiziosi… vorrei partecipare a tutti… credo che farò il possibile per essere onnipresente! (Ovviamente dopo vi racconto… 😀 )

Partiamo da Berlucchi… lo sai che il primo Franciacorta è nato nel 1961 nelle loro storiche cantine?

Berlucchi-61.

Personalmente approfitterò del gentile invito e visiterò le loro cantine nel pomeriggio di domenica… ma per i foodies c’è davvero un avvenimento imperdibile: l’aperitivo POP con Davide Oldani. Uno stile che ben si coniuga ai Berlucchi ’61, i Franciacorta dal look deliziosamente retrò e dall’insostituibile piacevolezza gustativa. Parla Cristina Ziliani, responsabile della comunicazione Guido Berlucchi e ideatrice dell’evento: “avviciniamo il pubblico al Franciacorta attraverso l’incontro con lo stile fresco e autentico di un grande interprete della cucina italiana contemporanea”.  E in anteprima ti voglio svelare i 3 piatti che saranno protagonisti dell’evento:

  • Bignè allo zafferano, erborinato, composta di fichi e semi tostati incontreranno Berlucchi ’61 Brut. “Un assaggio classico per un Franciacorta equilibrato e di carattere: un incontro tra simili”, dice lo chef.
  • Centrifugato di verdufrutta, stracciatela e fave di cacao, che sposa le morbide sensazioni di Berlucchi ’61 Satèn. “Un abbinamento che coniuga la delicata consistenza del centrifugato alla setosa matericità di questa tipologia di Franciacorta”, continua Oldani.
  • Pasta di salame, panella di ceci, tamarindo e olive croccanti, per Berlucchi ’61 Rosé. “Il salame richiede un Franciacorta dal gusto rotondo, persistente come questo Rosé; il rimando qui non è però solo gustativo, ma anche cromatico”.

Davide_Oldani-ph-Robert_Shami

Cosa dire se non IMPERDIBILE?

Franciacorta Food & Wine

I #winelovers potranno prendere parte a verticali e degustazioni a tema, mentre i #foodies potranno assaggiare piatti tipici e creazioni di chef famosi.

Franciacorta Cultura

Arte e musica per gli #artlovers ed i #musiclovers che avranno la possibilità di godere di straordinarie opere e melodie degustando Franciacorta.

Franciacorta Natura

#naturelovers e #winelovers si avventureranno nei vigneti con gli agronomi e risaliranno le colline percorrendo gli itinerari trekking o in bicicletta.

Ecco, se posso fare una piccola critica… ma come lo abbiamo promosso poco questo Festival della Franciacorta! Cioè… io adoro il Franciacorta… io vivo ai margini della Franciacorta… e l’ho saputo per caso su Facebook dall’amico Claudio Gagliardini che c’era! Va bene che la mia passione per le bollicine è recente… si parla di meno di un anno… ma come è possibile? Così mi sono confrontata con amici e conoscenti della zona… e molti ne erano all’oscuro! Bisogna fare di più in termini di comunicazione! Se ne è iniziato a parlare molto troppo tardi a mio avviso!

Mappa delle cantine di Franciacorta

Clicca sul segnalino rosso per leggere il nome della cantina, la proposta e i contatti.

Majolini

Majolini

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 6527378 / 030 6529800

http://www.majolini.it

La Montina

La Montina

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 653278 – 030 6850209

Giovane, Glamour e Green

Colline della stella di Andrea Arici

Colline della stella di Andrea Arici

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 2770596 – 030 2770596

http://www.collinedellastella.it

CorteBianca

CorteBianca

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 983293

http://www.corte-bianca.it

Barone Pizzini

Barone Pizzini

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 9848311 – 030 9848323

http://www.baronepizzini.it

Bersi Serlini

Bersi Serlini

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 9823338 – 030 983234

http://www.bersiserlini.it

Vigne Note

Vignenote

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 9826807

http://www.vignenote.it

Barboglio de Gaioncelli

Barboglio de Gaioncelli

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 9826831 – 030 9826831

http://www.barbogliodegaioncelli.it

Contadi Castaldi

 

Contadi Castaldi

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 7450126 – 0307450322

http://www.contadicastaldi.it

Bellavista

Bellavista

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 7762000 – 030 7760386

http://www.bellavistawine.it

Monte Rossa

Monte Rossa

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 725066 – 030 7750061

http://www.monterossa.com

Romantica

 

Romantica Franciacorta

MENU DEGUSTAZIONE AL RISTORANTE ROMANTICA

tel. 389 6442167

http://www.romanticafranciacorta.com/

Uberti

Uberti

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 7267476 – 030 7760455

http://www.ubertivini.it

Berlucchi Guido

Berlucchi Guido

VISITA CON DEGUSTAZIONE

tel. 030 984381 – 030 9884640

Home

Vigna dorata

Vigna Dorata

IL TRADIZIONALE: MANZO ALL’OLIO DI ROVATO

tel. 030 7254275 – 030 7254275

http://www.vignadorata.it

Ca' del Bosco

Ca’ del Bosco

IL FRANCIACORTA INCONTRA IL PESCE… E NON SOLO.

tel. 030 7766136 – 030 7268425

http://www.cadelbosco.com

1701 Franciacorta

1701 Franciacorta

APERITIVO “SULL’ERBA”

tel. 030 7750875 – 030 510931

http://www.1701franciacorta.it

Nel 1570 il medico bresciano Gerolamo Conforti, i cui studi precedettero le intuizioni dell’illustre abate Dom Perignon, scrisse e stampò il libro “Libellus de vino mordaci” dove mise in rilievo la notevole diffusione e il largo consumo che i vini con le bollicine avevano in quell’epoca, definendoli “mordaci”, cioè briosi e spumeggianti.
Non solo: li descrisse con perizia da esperto degustatore, arrivando a giudicarli “dal sapore piccante o mordace che non seccavano il palato, come i vini acerbi e austeri, e che non rendevano la lingua molle come i vini dolci” e ne elencò i pregi terapeutici. Per Conforti, che tra l’altro conosceva a fondo l’enologia francese, i vini franciacortini divenivano più spumeggianti durante il periodo invernale, per deperire, smorzandosi, nel corso dei mesi estivi.

Insomma… se anche Conforti ha detto che il Franciacorta ha pregi terapeutici… perché non berlo? ;-D

Ma come si produce il Franciacorta?

Il Franciacorta è uno spumante metodo classico ottenuto seguendo il rigido disciplinare della Franciacorta da uve di chardonnay, pinot nero e pinot bianco (max 50%).

La vendemmia avviene rigorosamente a mano tra la 2° decade di agosto e la 1°decade di settembre. Successivamente i grappoli interi subiscono una soffice pressatura ed avviene la prima fermentazione del mosto fiore. A questo punto vengono create le cuvée, ovvero vengono assemblati diversi vitigni, diversi vigneti e diverse annate ed avviene l’imbottigliamento ed il tiraggio, ovvero vengono aggiunti zuccheri e lieviti e le bottiglie, chiuse con tappo metallico, sono riposte in orizzontale. Con l’aumento di pressione e la CO² prodotta avviene la famosa seconda rifermentazione in bottiglia.

Periodo di affinamento:

  • minimo 18 mesi: Franciacorta 30% 30%
  • minimo 24 mesi: Franciacorta Rosé, Franciacorta Satèn 40% 40%
  • minimo 30 mesi: Franciacorta millesimato, Franciacorta Rosé millesimato, Franciacorta Satèn millesimato 50% 50%
  • minimo 60 mesi: Franciacorta riserva, Franciacorta Rosé riserva, Franciacorta Satèn riserva 100% 100%

Le bottiglie vengono poi scosse e subiscono 1/8 di giro al giorno fino alla refrigeratura, dove il tappo viene immerso in liquido refrigerante per diventare un tutt’uno con i lieviti. Con la sboccatura il deposito viene estratto insieme al tappo e nella successiva fase di rabbico si determina il tipo di Franciacorta che si vuole ottenere.

.

RABBOCCO

Sciroppo di dosaggio: vino franciacorta + quantità di zucchero g/l

Franciacorta Pas Dosé / Dosage Zéro (0 g/l)

Franciacorta Extra Dry (tra 12 e 17 g/l)

Franciacorta Extra Brut (fino a 6 g/l)

Franciacorta Dry (tra 17 e 32 g/l)

Franciacorta Brut (fino a 16 g/l)

Franciacorta Demi-Sec (tra 32 e 50 g/l)

Il mio preferito è il Dosage Zero… ma apprezzo molto anche l’Extra Brut 😉 Qual è il tuo dosaggio preferito?

Inutile dire che a questo punto le bottiglie vengono contrassegnate come DOCG… ne apriamo una insieme? 😀

Insomma, a questo Festival della Franciacorta mancano solo 3 giorni. Ho già detto che non vedo l’ora?

Direi che è un appuntamento irrinunciabile… quindi mi aspetto tanti partecipanti! Non dimenticarti di lasciarmi un commento raccontandomi se l’evento ti interessa e in che cantine ti piacerebbe andare… io spero di visitarne il più possibile 🙂 Poi ovviamente ti racconterò le mie esperienze qui sul blog…

Sarà démodé, ma un brindisi alla riuscita di questo evento… io non vedo l’ora di andarci con Francesco <3 … chissà che non riesco ad indottrinarlo sulla necessità di sostituire tutta l’acqua con il Franciacorta dosage zero a casa… 😀 😀 in fondo c’è poco da fare: l’acqua fa la ruggine… e sai che spettacolo fare il bagno nel Franciacorta a lume di candela?

Un abbraccio,

Chiara

Shares