Dato che anche l’Oktoberfest 2020, la festa della birra più grande e famosa del mondo, è stata annullata a causa Coronavirus, ho deciso di dedicare un’intera settimana a questa favolosa bevanda scrivendo 7 articoli didattici a tema. In particolare ti spiegherò quali sono gli ingredienti della birra e perchè selezionarli con cura è così importante, come si fa la birra, gli stili birrai, la degustazione e l’abbinamento birra-cibo. Spero che questa mia idea ti piaccia, fammelo sapere in un commento!  😊 Ho scelto come copertina di questo articolo didattico questa deliziosa vignetta di Nicola Brusco che ha come protagonista il suo personaggio Dino da Sandrà di cui sono innamorata! Spero che a Nicola faccia piacere e spero che – tra una pearà e una birra- prima o poi faremo un progetto insieme! Intanto seguilo su Instagram!

Sai che fino a qualche anno fa non apprezzavo la birra? Purtroppo avevo bevuto solo le birre commerciali, il peggio che puoi trovare in GDO… e non avevo nemmeno idea esistesse la birra artigianale. In realtà non sapevo niente della sua produzione e nemmeno che esistessero tantissimi tipi di birra (gli stili birrai appunto!). Mi piacerebbe che dopo aver letto questo articolo anche qualche scettico che si ostina a pensare che la birra non sia buona (fidati, esistono!) provasse a bere una birra come si deve, magari una birra IPA (Indian Pale Ale) che è la mia preferita! Scommettiamo che cambia idea? 😎 🤩

Come si fa la birra?

Sai che il primo documento che ci mostra una ricetta della birra è stato datato intorno al 3500 a.C.? Ti stupiresti quanto ha resistito al passare degli anni questo storico procedimento! Prima di raccontarti la ricetta della birra passo a passo però vediamo insieme gli ingredienti. Per fare una buona birra infatti è fondamentale più che mai scegliere le giuste materie prime.

Ingredienti della birra: cereali

Puoi produrre la birra con qualsiasi tipo di cereale a condizione di rendere i suoi zuccheri/amidi fermentescibili. Di natura infatti gli amidi sono zuccheri complessi infermentescibili. Per superare questo “ostacolo” si può ricorrere a una semplice cottura o a un processo per “maltarli”. Il concetto è che le lunghe catene dell’amido devono essere demolite per trasformarlo in degli zuccheri più semplici come il maltosio e le destrine.

Il cereale più utilizzato è l’orzo. In Italia deve essere l’ingrediente principale e gli altri cereali non possono superare il 40% del contenuto totale di cereali mentre in Belgio o in Inghilterra si usano anche “in purezza” per produrre birre speciali. Gli altri cereali più comunemente utilizzati sono il frumento, il riso, l’avena e il mais.

Ingredienti della birra: Luppolo

Il luppolo è una pianta erbacea perenne che, come la mia bellissima orchidea fredckleara after dark black pearl, può sviluppare fiori maschili o femminili a seconda della quantità di luce che riceve. Nei luppoleti, dove le piante inevitabilmente hanno spesso un’esposizione diversa a seconda del punto esatto in cui si trovano, non è raro trovare luppoli con fiori maschi e luppoli con fiori femmina. Questi fiori non differiscono solo esteticamente (il  maschio in natura è sempre più bello), ma hanno anche caratteristiche organolettiche diverse.

Le varietà di luppolo sono tantissime e il gusto della birra è strettamente collegato alla varietà e al tipo di fiore sviluppato. Dopo la raccolta dei fiori questi vengono subito essicati per avere un’umidità inferiore al 14%. Per ottenere aromi diversi il luppolo può essere aggiunto “a cotto” nel mosto in ebollizione o “a crudo” nella birra in maturazione. Se si utilizza il fiore intero la birra si arricchisce di resine, tannini e oli essenziali che apportano il loro contributo al risultato finale.

Ingredienti della birra: Acqua

Non potrai mai ottenere una buona birra senza scegliere l’acqua giusta in rapporto al tipo di birra che vuoi fare perchè la durezza dell’acqua – ovvero la quantità di sali – influenza il risultato. Scegliere un’acqua buona è fondamentale per la resa del prodotto finale. L’acqua tenera è perfetta per le birre chiare mentre l’acqua dura è perfetta per le birre scure.

Ingredienti della birra: Lievito

Come nel vino, il lievito è fondamentale per avere la fermentazione alcolica. Esistono due tipi di lievito che fermentano a diverse temperature:

  • Lievito a fermentazione bassa = fermenta a temperature comprese tra 5°C e 10°C.  Dopo aver innescato la fermentazione diventa denso e sedimenta sul fondo del tino di fermentazione con un aspetto gelatinoso simile alla marmellata. Può essere riutilizzato.
  • Lievito a fermentazione alta = fermenta a temperature comprese tra 15°C e 25°C. Forma catene di cellule che imprigionano le bollicine di anidride carbonica che, salendo, spingono verso l’alto la massa del lievito che forma una specie di deposito superficiale. Può essere riutilizzato.
ingredienti della birra

In sintesi…

Come si fa la birra? Per fare la birra ti serve un’acqua fantastica, uno o più cereali, il lievito e il luppolo! Come vedi a seconda delle scelte che fai ti si aprono una molteplicità di risultati, non è fantastico? Se vuoi approfondire questo capitolo e tutto il mondo del vino ti consiglio di comprare il mio libro cartaceo Come diventare Sommelier: tutto quello che devi sapere sul vino in un solo libro.

Ti aspetto domani con la ricetta della birra! Se ti fa piacere scorri la pagina e lasciami un commento! 😍

Cheers 🍻

Chiara

P.S. In questa foto la mia tipologia di birra preferita, la IPA, di un birrificio franciacortino che da quel po’ che ho assaggiato lavora molto bene: Badef. Sta a vedere che uno di questi giorni mi tocca andare in Franciacorta non per bere vino… La foto l’ho scattata a L’Isola dei Sapori a Peschiera Maraglio, Monte Isola

Come diventare sommelier

(63 recensioni dei clienti)

Tutto quello che c’è da sapere sul vino in un solo libro. Il manuale è pensato per tutti gli aspiranti sommelier, ma è utilissimo anche per i “già sommelier” che vogliono ripassare, per i winelover che vogliono cominciare a dare basi concrete alla loro passione e per gli operatori di settore che vogliono guadagnare di più imparando sia a gestire la cantina del loro ristorante sia a vendere la bottiglia giusta ai loro clienti.

II Edizione: 1 dicembre 2019 – formato 16,5 x 24 cm, 430 pagine in bianco e nero, ISBN 978-88-943070-8-5 [IN VENDITA]

I Edizione: 31 ottobre 2018, formato 16,5 x 24 cm, 300 pagine in bianco e nero – ISBN 978-88-943070-1-6 [ESAURITO]

 34,00 IVA inclusa!

Svuota

IN OMAGGIO, solo per chi compra il mio libro su Perlage Suite, una copia della Prima Edizione da Collezione della mia Guida Vini Spumanti "500 Bolle in 500", prezzo di copertina 25,30 €.

ItalianoEnglishDeutschFrançaisEspañolNederlandsPortuguêsРусский日本語简体中文
error: Questo contenuto è protetto da copyright © Chiara Bassi perlagesuite.com