0 Elementi

Continuo a raccontarti il mio Vinitaly 2022 con una degustazione davvero molto bella che in realtà è stata più lunga di quello che ti sto per raccontare, ma ho deciso di tagliare l’articolo dedicato alla Kellerei Bozen dedicandolo al Lagrein Alto Adige DOC perchè non ho mai scritto un pezzo sui vini elaborati da questo vitigno in purezza. A pensarci è strano perchè è un vitigno che letteralmente adoro, come adoro Bolzano perdutamente! Ricordo giorni bellissimi a caccia di spumanti, sulla mia solita panchina dinanzi al bellissimo Castel Mareccio, a scrivere bevendo cappuccino inondato di cacao! Sai che quando ho deciso di andare a vivere al lago ero indecisa tra il Lago d’Iseo e il Lago di Braies? Peccato che la palafitta dove noleggiano le barche a Braies non era in vendita… ecco che ti pubblico una foto di quei tempi (che mi ha fatto pensare, mazza che scomodo quell’iPad e quella tastiera… grazie Apple di aver creato la Magic Keyboard!!!)

Bolzano kellerei bozen

Curioso perchè anche se sono passati 6 anni ormai da quella foto la mia vita – professionalmente parlando – è sempre uguale: sono sempre in giro a caccia di vini straordinari per poi scrivere in mezzo alla natura! Ma ora torniamo al nostro lagrein… se devo dirti cosa mi piace di questo vitigno, probabilmente scelgo la sua avvolgenza olfattiva e gusto-olfattiva. Al naso è molto caratteristico, difficile non riconoscerlo anche dopo un passaggio in legno. In bocca ha un’acidità molto presente, masempre dosata da una complessiva morbidezza e una beva che non stanca. Cantina Produttori di Bolzano o Kellerei Bozen è una cantina che ha puntato moltissimo sul vino Lagrein, tanto che il caro Daniele Galler è riuscito a farmene assaggiare ben 6 diversi e devo dire che mi sono piaciuti tutti! Inoltre ho avuto modo di imparare che Gries è la zona più vocata per questo vitigno e in effetti quando ho confrontato le due selezioni ho davvero sentito la differenza a parità di vinificazione. Il mio preferito? Sicuramente il Taber… ne potrei bere una bottiglia dopo l’altra!!!

Kellerei bozen vino lagrein

Kellerei Bozen: Lagrein Linea Classica 2021 Alto Adige DOC, 13,5%vol

Le uve provengono da diversi conferitori nei dintorni di Bolzano e Gries a cui la cantina svolge una consulenza agronomica continua. La vinificazione avviene solo in acciaio e l’affinamento avviene in bottiglia.

La mia degustazione. Si presenta rosso violaceo concentrato e appena trasparente, consistente. Al naso è fine e caratteristico con note vinose e un susseguirsi di viola, gelso, una fava di cacao tostata appena accennata. In bocca è coerente, fresco, con una vena acida piuttosto pronunciata, ma comunque piuttosto rotondo. Sorso piacevole e lungo.

Kellerei bozen vino lagrein

Kellerei Bozen: Perl Lagrain Linea Selezione 2020 Alto Adige DOC 13,5%vol

La vinificazione avviene solo in acciaio mentre l’affinamento viene svolto prima in botti di rovere da 50 ettolitri, poi in bottiglia.

La mia degustazione. Si presenta rosso violaceo concentrato e appena trasparente, consistente. Al naso è sempre fine e caratteristico, il legno valorizza le note tostate già caratteristiche del vitigno e si fanno più intense le fave di cacao e la polvere di caffè. In bocca è molto tannico, freschissimo, strutturato e caldo con un lungo finale di cacao.

Kellerei bozen vino lagrein perl

Ora puoi iscriverti alla mia newsletter o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Kellerei Bozen: Baron Carl Eyrl Lagrain aus Gries Linea Selezione 2020 Alto Adige DOC, 13,5%vol

La vinificazione avviene solo in acciaio mentre l’affinamento viene svolto prima in botti di rovere da 50 ettolitri, poi in bottiglia. La differenza con il Perl è solo la provenienza delle uve che in questo caso vengono da Gries, la zona più vocata.

La mia degustazione. Si presenta rosso violaceo concentrato e quasi impenetrabile, consistente. Al naso è più tostato di Perl e, anche se mantiene le note vinose e fruttate caratteristiche del vitigno, queste passano in secondo piano rispetto alle tostature e alle speziature, che sono anch’esse caratteristiche del vitigno. In ultima battuta compare un’amarena sia fresca sia in confettura. In bocca è molto elegante, morbidissimo, molto fresco e con un tannino completamente diverso, più amalgamato. Lungo finale.

Il lagrein ha una serie di note caratteristiche che spaziano dal vinoso allo speziato e, a seconda del terreno (dato che la vinificazione è identica), escono più le prime o più le seconde. I terreni di Gries danno più spazio al carattere speziato e tostato del vitigno. Quello che mi è piaciuto – cosa che ho riscontrato anche negli altri vini in degustazione – è un uso molto sapiente della botte che valorizza i sentori primari senza coprirli.

Kellerei bozen vino lagrein collection

Kellerei Bozen: Lagrain Prestige Riserva 2019 Alto Adige DOC, 13,5%vol

Le migliori uve provenienti da vigneti nei dintorni di Gries vengono vinificate in botti di legno e affinate sia in barrique di rovere francesi sia in botti grandi per un anno. L’affinamento continua qualche mese in acciaio e poi in bottiglia.

La mia degustazione. Si presenta rosso rubino intenso con riflessi violacei e quasi impenetrabile, consistente. Al naso è più simile a Perl con note vinose e fruttate che si arricchiscono di cioccolato fondente e caffè estratto nel siphon e sfumano nella vaniglia. In bocca è molto morbido, ma anche molto tannico, un tannino che non astringe, ma che pizzica piuttosto, e strutturato. Lungo finale tra amarena e caffè.

Kellerei bozen vino lagrein riserva prestige

Kellerei Bozen: Lagrein Taber Riserva 2018 Alto Adige DOC 14%vol

Le migliori uve provenienti da un vigneto di oltre 80 anni nei dintorni di Gries vengono vinificate in botti di legno e affinate sia in barrique di rovere francesi sia in botti grandi per un anno. L’affinamento continua qualche mese in acciaio e poi in bottiglia.

La mia degustazione. Si presenta rosso rubino con riflessi violacei, quasi impenetrabile e consistente. Al naso a profumi di spezie dolci – vaniglia e cannella – che danzano con note fruttate di marasca fresca, viola e una punta di tartufo, cioccolato. In bocca è morbido, tannico ma con un tannino proprio ben amalgamato ed elegante, molto strutturato e coerente, fine. Lungo finale.

Kellerei Bozen vino lagrein Riserva Taber

Kellerei Bozen: Prestige Line – Lagrein Dunkel Grieser Riserva 2001 Alto Adige DOC, 13%

La mia degustazione. Si presenta rosso rubino con sfumature granato ai bordi, impenetrabile, concentrato e consistente. Al naso escono tutti i terziari tartufi caffè, cuoio, pepe nero, incenso. In bocca è morbido, coerente, ancora piuttosto fresco e ricco di note di caffè e anche una punta di radice di liquirizia che si trova anche sul finale.

Ora puoi comprare il mio libro Sommelier: il manuale illustrato o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

In offerta!

Libro “Sommelier: il Manuale Illustrato” Ed. 2021

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro.

(110 recensioni dei clienti)

 36,00 49,90 IVA inclusa!

Svuota

IN OMAGGIO, solo per chi compra il mio libro su questo blog, una copia della Prima Edizione da Collezione della mia Guida Vini Spumanti "500 Bolle in 500", prezzo di copertina 25,30 €. [Fino ad esaurimento scorte]

Kellerei Bozen vino lagrein Riserva dunkel

Avrei potuto raccontarti che “Stegher” Chardonnay Riserva 2019 è fantastico, ma ho preferito concentrarmi su un articolo monovitigno perchè è raro poter fare una degustazione di questo tipo con tutti vini della stessa cantina. Grazie Daniele anche per aver aperto la vecchia annata, è stato il mio primo Lagrein con tanto tempo sulle spalle.

Ho tanto ancora da imparare su questo vitigno, ma questa degustazione mi ha confermato qualcosa che ho sempre saputo: il Lagrein Alto Adige DOC è un vino rosso pazzesco e, anche se non è sicuramente un vino “facile” adatto diciamo a un certo appiattimento del gusto del consumatore medio imposto dai mercati, è un vino potenzialmente capace di farsi notare da un pubblico colto che potrebbe portarlo a un nuovo splendore. A chi piace il vino Lagrein? Io trovo delle analogie con il Dolcetto d’Alba, anch’esso concentrato, vinoso e con una grande freschezza, ma più rotondo e meno tannico ad esempio del vicino nebbiolo.

Perchè i vitigni internazionali ci piacciono, ma anche i nostri vitigni autoctoni, se lavorati bene, sono tanta roba.

Cheers 🍷

Chiara

PS Tu cosa ne pensi del Lagrein? Conosci questo vitigno? Quali sono i tuoi preferiti? Lasciami un commento sul blog per parlarne insieme!

error: Questo contenuto è protetto da copyright ©Chiara Bassi perlagesuite.com