Seleziona una pagina

Oggi per me ultimo giorno di Vinitaly 2022 e, tra le tante bellissime degustazioni, ho partecipato a una verticale di vino Montepulciano d’Abruzzo DOC Riserva Casauria “San Clemente” della cantina Zaccagnini. Non conoscevo questa azienda se non di nome e sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo vino rosso che, soprattutto in alcune annate, ha superato ogni aspettativa.

Il vitigno montepulciano – con un’epoca di raccolta è medio-tardiva – è allevato sia a tendone sia a spalliera in terreni argillosi di medio impasto nella provincia di Pescara. Dopo la pigiatura soffice delle uve, la macerazione avviene in tini di rovere con follatura manuale e la fermentazione alcolica avviene a temperatura controllata. In seguito affina in legno per almeno 9 mesi per poi riposare per alcuni mesi prima della commercializzazione sia in vasche d’acciaio sia in bottiglia.

Montepulciano d’Abruzzo Zaccagnini

Montepulciano d’Abruzzo DOC: la verticale

Montepulciano d’Abruzzo DOC Zaccagnini: Annata 2017

La vendemmia 2017 è stata caratterizzata da un inverno con una copiosa nevicata che ha posticipato di circa due settimane il risveglio vegetativo. A metà di aprile c’è stata una terribile gelata (puoi leggere QUI le testimonianze di molti vignaioli di tutta Italia) che ha colpito molte delle varietà precoci che si trovavano nei fondovalle. Da fine maggio fino alla raccolta si sono registrate poche piogge e delle temperature piuttosto alte che ha messo in ginocchio tutti i vigneti che non hanno goduto di irrigazione di soccorso. La vendemmia del vitigno montepulciano è durata circa un mese da metà settembre a metà ottobre.

La mia degustazione. Si presenta rosso rubino intenso, quasi impenetrabile e consistente. Al naso è delicato e complesso, con note di cioccolato, pepe nero, confettura di mirtilli, genziana francese e un accento tostato. In bocca è morbido, caldo, coerente, abbastanza equilibrato, ma ha ancora un tannino che pecca di gioventù e forse un po’ verde. Finale lungo.

Montepulciano d’Abruzzo DOC Zaccagnini: Annata 2015

La vendemmia 2015 è stata caratterizzata da un inverno mite seguito da una primavera molto piovosa che ha rallentato il germogliamento. Giugno e luglio sono stati caldissimi, tanto da anticipare la vendemmia di circa una settimana.

La mia degustazione. Si presenta rosso rubino intenso e impenetrabile, consistente. Al naso è intenso e più che complesso con note di susina, liquirizia dolce, rabarbaro, inchiostro, cioccolato al latte, caffè in polvere. In bocca è morbido, abbastanza caldo, coerente, equilibrato grazie a una grande spalla acida e a un tannino che, tuttavia, ancora deve affinarsi.

Ora puoi iscriverti alla mia newsletter o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Montepulciano d’Abruzzo DOC: Annata 2012 **

La vendemmia 2012 è stata caratterizzata da un inverno con piogge e nevicate copiose che hanno donato buone riserve idriche. La primavera non molto calda ha causato un ritardo del germogliamento. Da aprile in poi ci sono state soprattutto belle giornate, un’estate medio calda e la vendemmia è iniziata normalmente a metà settembre, ma si è protratta fino a fine ottobre.

La mia degustazione. Si presenta rosso rubino intenso con riflessi granati, impenetrabile e consistente. Al naso è intenso, complesso, con note di menta, tabacco, cacao, fiori di viola, nota ematica, marasche sciroppate. In bocca è morbido, strutturato, equilibrato, tannino più morbido, acidità. Ha un tannino più rotondo e particolarmente piacevole. Finale lungo. Per me è stata l’annata migliore in degustazione.

Montepulciano d’Abruzzo DOC Zaccagnini: Annata 2010

La vendemmia 2010 è stata caratterizzata da una piovosità nella norma che tuttavia si è fatta abbondante in primavera fino a giugno. Le basse temperature hanno portato ad un ritardo nel germogliamento. Poi è arrivata un’estate con temperature medio alte che ha consentito al Montepulciano di maturare normalmente. La vendemmia è stata regolare, da metà settembre a metà ottobre.

La mia degustazione. Si presenta rosso granato intenso e concentrato, impenetrabile e consistente. Al naso intense note di caffè, liquirizia, cola, pepe nero, zucchero di canna, mora. In bocca è elegantissimo e coerente. Il tannino nasconde una vendemmia forse leggermente posticipata, ma è molto rotondo. Finale lungo.

Montepulciano d’Abruzzo Zaccagnini

Montepulciano d’Abruzzo DOC: Annata 2008 *

La vendemmia 2008 è stata caratterizzata da un inverno con piogge regolari e copiose nevicate che hanno ricostituito le riserve idriche e le basse temperature hanno provocato un ritardo nel germogliamento. Da fine aprile le belle giornate, tranne qualche sporadica pioggia, e le temperature alte, hanno favorito lo sviluppo di una buona vegetazione.

La mia degustazione. Si presenta rosso granato intenso e concentrato, molto consistente. Al naso è molto delicato rispetto ai precedenti, complesso e fine. Note molto balsamiche e mentolate, con un frutto ancora presente, lavanda, erbe mediterranee, sottobosco. In bocca è elegante. Struttura, un tannino rotondo, ancora una bellissima freschezza e una bella lunghezza di bocca. Finale di arancia rossa.

Montepulciano d’Abruzzo DOC Zaccagnini: Annata 2005*

La vendemmia 2005 è stata caratterizzata da un inverno regolare, ma piuttosto freddo. Questo ha causato un ritardo del germogliamento. La primavera è stata piovosa, ma per fortuna non ha creato problemi fitopatologici. Anche l’estate è cominciata in ritardo, ma è stata asciutta e molto calda. La vendemmia è cominciata e finita con qualche giorno di ritardo: dall’ultima settimana di settembre all’ultima settimana di ottobre.

La mia degustazione. Si presenta rosso granato intenso e concentrato, molto consistente. Il naso è delicato e intrigante, con note di china, genziana francese, cola, more, ematico, cera d’api. In bocca è morbido, ma ha ancora un tannino ben presente, che forse è il miglior tannino di tutti. Strutturato elegante, fresco e con un lungo finale di china.

Ora puoi comprare il mio libro Sommelier: il manuale illustrato o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Libro “Sommelier: il Manuale Illustrato” Ed. Speciale 2022

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro.

(159 recensioni dei clienti)

 38,00 IVA inclusa!

Disponibile (ordinabile)

IN OMAGGIO, solo per chi compra il mio libro su questo blog, una copia della Prima Edizione da Collezione della mia Guida Vini Spumanti "500 Bolle in 500", prezzo di copertina 25,30 €. [Fino ad esaurimento scorte]

Il vino Montepulciano d’Abruzzo DOC è un vero gioiellino per gli appassionati dei vini rossi strutturati. Entra in commercio circa dopo 30 mesi dalla vendemmia, ma il suo tannino lo rendono adatto a un consumo più tardivo: da 5 a 10 anni rispetto la messa in commercio. E tu conosci qualche vino della cantina Zaccagnini? Hai qualche vino rosso Montepulciano d’Abruzzo DOC Riserva da consigliarmi? Scrivimelo in un commento qui sul blog!

Cheers 🍷

Chiara

error: Questo contenuto è protetto da copyright ©Chiara Bassi perlagesuite.com