Seleziona una pagina

Oggi ti voglio parlare di Treedom e del perchè ho deciso di creare questa foresta in cui piantare un albero diverso ogni mese.  Ho scelto di vendere il mio libro “Sommelier: il manuale illustrato” solo in formato cartaceo. Prima di tutto lo ritengo estremamente più comodo per studiare in quanto reputo il formato kindle adatto solo per leggere romanzi, saggi o poesie. Quando si studia si sottolinea, si evidenzia, si scrive e si sfogliano le pagine. Poi sono una nostalgica dei libri in generale e gli e-book non mi avranno mai. Ci ho provato, davvero. Ma un libro rilascia in me sensazioni tattili a cui non so rinunciare. Infine un libro cartaceo è più green di un libro digitale.

Lo so, sembra incredibile! Eppure il libro cartaceo è molto meglio di un e-book per tantissimi motivi. Tanto per cominciare il ciclo di vita è estremamente più lungo di un dispositivo elettronico, poi non servono nemmeno continue ricariche e batterie. Senza scendere nel dettaglio, per produrre e trasportare un libro cartaceo si consumano circa 3 kg di CO2 mentre per un e-book il consumo è di oltre 40 kg di CO2. Pertanto chi non stampa un libro e opta per un e-book o un kindle con la scusa di rispettare l’ambiente o fa il furbo o non sa cosa sta dicendo.

treedom co2 libro

Di contro c’è un reale problema di deforestazione causata anche dalla stampa dei libri cartacei. Per rispettare l’ambiente quanto più possibile ho scelto di stampare “Print on demand“, un sistema che mi costa decisamente di più della stampa di massa, ma che abbatte drasticamente lo spreco di carta e la produzione di rifiuti. Ogni mese infatti, sulla base delle vendite dei mesi e degli anni precedenti, stampo solo le copie che prevediamo di vendere il mese successivo.

Tuttavia sono consapevole che questo non è sufficiente e che serve molto di più per aiutare il nostro bellissimo pianeta. Per questo, quando mi sono imbattuta nel sito web Treedom mi sono innamorata perdutamente. Treedom è nato a Firenze nel 2010 grazie al suo CEO Federico Garcea e da allora ha piantato oltre 2,4 milioni di alberi in Italia, Africa, America Latina e Asia. La cosa più bella per me è che tutti gli alberi vengono piantati direttamente dai contadini locali e questo non produce solo benefici ambientali, ma anche sociali ed economici. Fino ad oggi Treedom ha aiutato oltre 146.000 contadini finanziando direttamente piccoli progetti agroforestali e realizzando così ecosistemi sostenibili capaci di garantire sovranità alimentare e una fonte di reddito.

Se ti piace questo articolo iscriviti alla mia newsletter oppure scorri la pagina per continuare la lettura.

Treedom avvia il progetto agroforestale, costruisce il vivaio e produce le piantine. Forma i contadini sulle migliori pratiche di agroforestazione insieme alle Università e agli enti di ricerca locali e distribuisce loro le piante appena sono pronte per essere messe a dimora. Inoltre copre tutti i costi fin tanto che l’albero non dà un reddito al contadino, contribuendo ad abbattere la povertà e incentivando la nascita di microimprese locali.

Se compri un albero su Treedom riceverai le coordinate GPS dell’albero che è iscritto nel registro pubblico con un ID univoco. Puoi scegliere l’albero in base a 4 criteri: sicurezza alimentare, assorbimento CO2, sviluppo economico e protezione ambientale. Puoi seguire la sua crescita attraverso il diario dell’albero e avere aggiornamenti ambientali e sociali.

Ad esempio il primo albero che ho scelto è stato una piantina di caffè che ha un punteggio di 1 sulla sicurezza ambientale, di 2 sull’assorbimento di CO2, di 10 sullo sviluppo economico e di 3 sulla sicurezza ambientale. L’ho chiamato come mio papà, Daniele Bassi, in sua memoria nel terzo anniversario della sua scomparsa. Mio papà amava tantissimo il caffè. Mi emoziona sapere che a Sensi in Kenya c’è un contadino che coltiva con amore questo albero e negli anni a venire ci trarrà un reddito che contribuirà a mantenere dignitosamente la sua famiglia. In questo momento a Sensi sono 2 ore avanti, la notte è serena e ci sono 17 °C. Non vedo l’ora di ricevere sul diario la foto della piantina nel vivaio, le foto dell’albero che cresce e conoscere anche solo virtualmente il contadino che se ne occuperà per i prossimi decenni.

Ecco, queste sono le cose che puoi vedere sul diario dell’albero. Ad esempio questo è il diario dell’albero di caffè di mio papà che ho regalato a mia madre il 18 dicembre. Sì, perchè la cosa bella è che questi alberi li puoi anche regalare e sono un regalo davvero bellissimo. Puoi scegliere se stampare un biglietto (ovviamente su carta riciclata) come ho fatto io (che darò a mia mamma sabato… infatti lei non sa ancora di questo regalo e se non legge il mio blog fino ad allora sarà una sorpresa!) oppure inviare una card elettronica per e-mail.

treedom regala un albero

Ora puoi comprare il mio libro dedicato agli aspiranti sommelier e ai winelovers o scorrere la pagina per continuare la lettura dell’articolo!

Libro “Sommelier: il Manuale Illustrato” Ed. Speciale 2022

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro.

(161 recensioni dei clienti)

 38,00 IVA inclusa!

Disponibile (ordinabile)

IN OMAGGIO, solo per chi compra il mio libro su questo blog, una copia della Prima Edizione da Collezione della mia Guida Vini Spumanti "500 Bolle in 500", prezzo di copertina 25,30 €. [Fino ad esaurimento scorte]

Così è nata la mia foresta che ho chiamato come il mio libro: “Sommelier: il manuale illustrato” e ogni mese ci pianterò un albero. Per questo Natale ho piantato 5 alberi, il numero minimo per avviare questo piccolo progetto di piantumazioneQuanto costa piantare un albero? Gli alberi sono alla portata di tutti: da 16,90€ per un cacao a 69,90 € per un Baobab. Se non sai che albero scegliere, puoi seguire l’Oroscopo degli alberi e scegliere per 24,90€ un albero diverso in base al segno zodiacale. Piantando questo albero, oltre agli aggiornamenti dal progetto, riceverai ogni mese anche l’oroscopo del segno.

Ho scelto di dare la possibilità a tutti di piantare nella mia foresta perchè mi piacerebbe che chi come me crede nella sostenibilità ambientale e ha letto il mio libro mi aiuti a popolarla piantando un albero. Un piccolo gesto per sé stesso, ma anche un’idea regalo green per questo Natale. Sono le 22:33 del 22 dicembre: se hai ancora qualche regalo dell’ultimo minuto cosa ne pensi di piantare un albero QUI nella mia foresta? Se sceglierai l’opzione regalo in automatico ti si creerà il biglietto, pronto per essere consegnato a mano o inviato via e-mail. Questo è un regalo che ti farà davvero fare bellissima figura e che durerà anni: perchè per anni il diario verrà aggiornato regalando piccole emozioni inaspettate a chi lo riceve.

riccardo alessandrini treedom

[In foto Riccardo Alessandrini, Forestry Manager di Treedom]

Spero di cuore di averti ispirato un regalo di Natale diverso e al contempo prezioso. Regalare un albero è un gesto bellissimo e se pianterai un albero nella mia foresta sarà il feedback più bello che potrai darmi per il mio lavoro e i miei libri. Se tuttavia non ti sentirai di piantarlo ricordati che comunque questa foresta è nata e crescerà anche grazie a te che hai comprato il mio libro ” Sommelier: il manuale illustrato”.

Grazie di cuore da me, dal nostro amato pianeta e da tutti i contadini e le comunità che aiuteremo insieme.

Cheers 🍷

Chiara

P.S. Nella foto di copertina la Yankee Candle “Christmas Cookie” in giara grande, una delle più buone della mia vita. Una coccola che mi concedo in questo Natale per rilassarmi mentre scrivo. Sa di biscotti alla vaniglia appena sfornati, è intensissima e basta tenerla accesa qualche ora per profumare la stanza per tutto il giorno. La adoro.

error: Questo contenuto è protetto da copyright ©Chiara Bassi perlagesuite.com