Seleziona una pagina

Il merlot è un vitigno a bacca nera.

Sinonimi e cloni

  • Sinonimi: (Italia) merlò; (Francia) bigney, plant Medoc, vitraille.

Merlot: caratteristiche

… della pianta

  • Aspetto: foglia pentagonale di grandezza media, trilobata e quinquelobata con seno peziolare a U largo. La pagina superiore è glabra e di colore verde-chiaro, mentre la pagina inferiore è aracnoidea e di colore verde-oliva. Picciolo medio, sottile e glabro.
  • Maturazione: fine settembre, primi di ottobre. Grappolo medio, alato con 1 o 2 ali e di media compattezza. Acino medio, sferico o lievemente schiacciato e regolare. Buccia di media consistenza, pruinosa e di colore blu-nero. Polpa molle con un sapore neutro, dolce, poco acido e appena erbaceo.
  • Produttività: abbondante e costante.
  • Vigoria: Notevole.
  • Resistenza alle avversità: resiste bene al marciume, si comporta normalmente con i parassiti, ma è particolarmente sensibile alla peronospora.
Vitigno merlot
La foglia © Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

… del vino prodotto

  • Esame visivo: rosso rubino con sfumature violacee molto profonde.
  • Esame olfattivo: intenso, fruttato e vegetale.
  • Esame gusto-olfattivo: morbido e con una buona pseudocalorica, con media freschezza e tannicità discreta. Persistenza aromatica piuttosto lunga.

Zone di coltivazione

  • Italia: (zone idonee e consigliate) Friuli-Venezia Giulia, Piemonte, Puglia, Sardegna e Veneto; (zone idonee) tutte le altre regioni.
  • Mondo (in ordine di quantità): Francia (Bordeaux); Italia; Stati Uniti (California; Washington); Spagna (Castilla-La Mancha; Catalonia; Navarra); Romania (Muntenia-Oltenia; Sud-ovest); Bulgaria (Mar Nero; Valle del Danubio). Piccole coltivazioni anche in Cile, Australia, Moldavia, Sudafrica, Cina, Argentina.

Merlot: vini italiani DOCG e DOC dove è ammesso

  • DOCG: Colli di Conegliano, Montello Rosso o Montello, Suvereto, Terre Tollesi o Tullum, Val di Cornia Rosso o Val di Cornia.
  • DOC: Alcamo, Alto Adige o dell’Alto Adige, Amelia, Aprilia, Arcole, Assisi, Atina, Bagnoli di Sopra o Bagnoli, Bolgheri, Bosco Eliceo, Breganze, Candia dei Colli Apuani, Capriano del Colle, Carso o Carso-Kras, Casteller, Castelli Romani, Cerveteri, Circeo, Colli Berici, Colli Bolognesi, Colli del Trasimeno o Trasimeno, Colli di Faenza, Colli di Parma, Colli Etruschi Viterbesi o Tuscia, Colli Euganei, Colli Lanuvini, Colli Maceratesi, Colli Martani, Colli Pesaresi, Colli Romagna Centrale, Colli Tortonesi, Colline Lucchesi, Collio Goriziano o Collio, Contessa Entellina, Controguerra, Corti Benedettine del Padovano, Cortona, Curtefranca, Delia Nivolelli, Erice, Friuli Aquileia, Friuli-Annia, Friuli Colli Orientali, Friuli Grave, Friuli Isonzo o Isonzo del Friuli, Friuli Latisana, Garda, Garda Colli Mantovani, Grance Senesi, Lago di Corbara, Langhe, Lison-Pramaggiore, Maremma Toscana, Matera, Menfi, Merlara, Molise o del Molise, Monreale, Montecarlo, Montello-Colli Asolani, Montescudaio, Nettuno, Parrina, Piave, Piemonte, Pomino, Reggiano, Riesi, Riviera del Brenta, Rosso Orvietano o Orvietano Rosso, Salaparuta, Sambuca di Sicilia, San Gimignano, San Ginesio, San Severo, Sant’Antimo, Sciacca, Sicilia, Sovana, Terratico di Bibbona, Terre del Colleoni o Colleoni, Terre dell’Alta Val d’Agri, Terre di Cosenza, Terre di Pisa, Todi, Torgiano, Trentino, Val d’Arno di Sopra o Valdarno di Sopra, Val di Cornia, Valcalepio.

Fonti:

© Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Catalogo Nazionale delle varietà di vite.

© Bassi C., Sommelier: il manuale illustrato, Cammeo DiVino, Monte Isola, 2022, pp. 157-158

error: Questo contenuto è protetto da copyright ©Chiara Bassi perlagesuite.com