Seleziona una pagina

Il timorasso è un vitigno a bacca bianca coltivato in Piemonte.

Sinonimi e cloni

  • Sinonimi: morasso, timorazza.

Timorasso: caratteristiche

… della pianta

  • Aspetto: foglia media, cuneiforme, con tre o cinque lobi, seno peziolare aperto a U. La pagina superiore è glabra, di colore verde cupo e opaco. La pagina inferiore è lanugginosa e di colore verde bottiglia. Picciolo lungo, mediamente grosso e con peli fitti.
  • Maturazione: terza decade di settembre. Grappolo grande, con due o tre ali, conico-piramidale, allungato, mediamente compatto. Acino abbastanza grosso di forma sferoide-ellissoide e regolare. Buccia spessa e consistente, pruinosa e di colore verde-giallo. Polpa appena carnosa e succosa con succo incolore di sapore neutro.
  • Produttività: scarsa, ma è regolare in provincia di Alba.
  • Vigoria: scarsa.
  • Resistenza alle avversità: resiste benissimo alle malattie crittogamiche e agli elementi meteorici.
Vitigno timorasso
La foglia © Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

… del vino prodotto

  • Esame visivo: giallo paglierino intenso e brillante che vira al dorato.
  • Esame olfattivo: da delicato a intenso, caratteristico, erbaceo, con note che vanno dalle erbe aromatiche ai fiori di campo.
  • Esame gusto-olfattivo: fresco, morbido, con una pseudocalorica un po’ alta (va controllato), grande struttura, ottima bevibilità. Una sua qualità è la facilità di abbinamento.

Zone di coltivazione

  • Italia: (zone idonee) Lombardia, Piemonte.
  • Mondo: nessuna.

Timorasso: vini italiani DOCG e DOC dove è ammesso

  • DOCG: nessuno.
  • DOC: Colli Tortonesi.

Fonti:

© Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, Catalogo Nazionale delle varietà di vite.

© Bassi C., Sommelier: il manuale illustrato, Cammeo DiVino, Monte Isola, 2022, pp. 179-180

error: Questo contenuto è protetto da copyright ©Chiara Bassi perlagesuite.com