Gli strumenti del Sommelier

Cavatappi

Il cavatappi professionale è quello a leva, con la struttura semplice e molto maneggevole. Il manico nasconde un piccolo coltello per eliminare la capsula. Nel manico si trova il verme, ovvero la spirale in acciaio da inserire nel tappo per estrarlo.

Pinza

Se il servizio dello spumante è difficoltoso perché il tappo oppone resistente, per evitare di romperlo, si può usare la pinza per smuoverlo all’interno del collo della bottiglia. L’apertura procede successivamente secondo il consueto.

Cestello

Anche chiamato paniere a vino, di solito è in vimini, legno od argento. Serve per trasportare le bottiglie che hanno fatto un lungo affinamento e possono presentare sedimenti. Talvolta la bottiglia viene aperta all’interno del cestello.

Decanter

Ha forme diverse, lineari e pulite, che ne delineano il profilo elegante. Serve per separare i sedimenti e permettere l’apertura del bouquet dei grandi vini rossi. Nei vini giovani invece serve per favorire la volatilizzazione di qualche sostanza che ne determina una leggera imperfezione olfattiva.

Glacette

Per i vini bianchi e quelli rosati basta la glacette da porre sul tavolo del cliente in materiale acrilico o plastico. La glacette non raffredda il vino nella bottiglia ma ne mantiene costante la temperatura fino a 4 ore. Per ora è meno usata del secchiello del ghiaccio.

Secchiello

Il servizio degli spumanti, dei vini bianchi e di alcuni rosati, richiede l’uso del secchiello per il ghiaccio, in cristallo od argento. Ha una duplice funzione: raffreddare velocemente la bottiglia o mantenerne la temperatura. Il secchiello è sistemato su uno stand accanto al tavolo del cliente. Ogni volta che si procede col servizio occorre asciugare la bottiglia.

Stopper

Tappo usato per mantenere l’effervescenza nelle bottiglie non terminate perché grazie alla sua molla ne mantiene la pressione interna. Fondamentale per riappare le bottiglie di spumante che si offre per l’aperitivo.

Carrello

La proposta del carrello dei vini prevede almeno 8 tipologie diverse: aperitivo – bianco frizzante e bianco fermo oppure Metodo Martinotti e Metodo Classico, poi si possono inserire un vino bianco giovane e fresco, un bianco evoluto in barrique, un rosso giovane, un rosso evoluto e strutturato, un liquoroso da formaggi, un passito ed uno spumante dolce e aromatico.

Hai già scaricato l'estratto gratuito della mia Guida Vini Spumanti 500 bolle in 500?

Iscriviti alla mia Newsletter per ricevere sulla tua mail tutte le degustazioni delle migliori bollicine dell'Alto Adige!

Ti ho inviato una mail di conferma! Se non l'hai ricevuta controlla per favore anche nella posta indesiderata! Da lì potrai scaricare l'estratto della mia Guida Vini Spumanti 500 bolle in 500 Ed. 2018!

Shares
Share This