Lo so, stai leggendo il titolo e ti stai chiedendo se sei su un wine blog o su un giornale di lifestyle… ma in fondo anche su quei giornali si parla di vino e cucina, quindi ogni tanto anche io posso fare un Off Topic 😀 Mi stavo rilassando su Facebook, soliti 2 gruppi “Orchidee che passione!” e “Sommelier” (tutta la mia attività su Facebook si può dire che si riduce a questi due gruppi, oltre che alla mia pagina Facebook e al mio gruppo Perlage Suite Club), quando un post della cara Alessandra Leone, titolare della cantina Tenuta Ripa Alta, brillante e carina mia coetanea, ha catturato la mia attenzione. Il titolo è “10 cose che le ragazze del sud non capiscono delle ragazze del nord” ed è pubblicato QUI su Cosmopolitan online.

Insomma, l’articolo è carino e sottoscrivo tutto, anche se da quando vivo in provincia di Bergamo ho qualche crisi di identità: Ravenna è del nord o del sud? Cioè sulla carta l’Emilia-Romagna è Nord Italia, ma ti assicuro che i bergamaschi (e le bergamasche) mi fanno sentire una terrona DOC. Sulla bacheca di Alessandra un ragazzo ha commentato: ma scrivere 10 cose che i ragazzi del nord non capiscono delle ragazze del nord, del centro e del sud che ne avrei bisogno?”

E ciao, non ho resistito e così ho interrotto un attimo l’articolo che stavo scrivendo sulla mia cena a base di Caviale Calvisius e Champagne Lanson al Ristorante Templari di Brescia per farti divertire un po’ e rifletterci assieme! Ah maschietti, perdonatemi la vignetta in copertina. Giuro, è in chiave ironica 😀

Ma quindi quali sono le 10 cose che i ragazzi del nord non capiscono delle ragazze del nord, del centro e del sud?

1. Ci date appuntamento direttamente in un posto o a metà strada tra noi e voi.

No, no e no! Non mi stancherò mai di ripeterlo: l’uomo DEVE passarci a prendere, che sia del nord, del centro o del sud. O quantomeno deve proporsi di farlo: sta nell’intelligenza della donna in questione dire che ci incontriamo lì se proprio siete di Roma e dovete passarci a prendere a Milano per andare a mangiare una pizza a Napoli. Poi posso anche capire che una donna del Nord Nord è più autonoma di una donna del Nord o del Centro-Sud, ma alla galanteria di base non si deve rinunciare. MAI. E poi davvero volete perdervi una mezz’ora di viaggio in più passata in nostra compagnia?

2. Ci mettete in secondo piano rispetto ad una macchina o ad una moto.

Ahimé, purtroppo capita di incontrare ragazzi fissati con la propria macchina o la propria moto al punto di metterle davanti alla propria fidanzata. Sono convinta che almeno una volta è capitato a ogni donna di incontrare un uomo di questo tipo, che non capisce la differenza tra compagna della vita e mezzo di trasporto. Sia chiaro, anche io adoro guidare e le belle macchine, ma non per questo sono monotematica. Ci sono ragazzi che passano i pomeriggi a lucidare la macchina e poi non si curano di come sta la propria compagna.  Altri invece fanno centinaia di km in moto senza meta e poi gli scoccia farne qualcuno per vedere la propria ragazza. Con una cosa in comune: non parlano d’altro! Inutile dire che in entrambi i casi la relazione è senza futuro, vero?

3. Pensate che la vostra fidanzata sia la vostra mamma.

Perdonatemi mamme dei figli maschi: quello che sto per dire forse (anzi sicuramente) non vi piacerà! Il punto è che una volta che partorite, incominciate il vostro sottile lavoro contro un futuro di coppia felice tra vostro figlio e la sua compagna. E negli anni il vostro lavoro si affina e crea disastri che in 9 casi su 10 diventano uomini incorreggibili. Qual è il problema? Semplice, li abituate ad avere tutto fatto e dovuto. Ma dove sta scritto che se entrambi lavoriamo 10 ore al giorno, io in quanto donna devo anche occuparmi della spesa, della cena, di lavare i piatti, di riordinare, di pulire casa, di lavare e di stirare? E soprattutto, perché tutto questo deve essere scontato? Una fidanzata non è la mamma che vi ha viziato in tutto e per tutto. Ma soprattutto una fidanzata non è una badante, ma una compagna di viaggio. Sottolineato 10 volte.

4. Volete una fidanzata super curata H24 e poi voi uscite in tuta, con i buchi nei calzini e delle scarpe  improbabili.

Che noi donne ci vestiamo per piacere alle altre donne è una grande verità. Come è una grande verità che l’uomo vede si e no 16 colori e la donna distingue 16 milioni di sfumature. Curarsi è fondamentale all’interno della coppia perché lo trovo di grande aiuto al gioco della seduzione quando l’intimità va ormai avanti da anni, ma deve essere da ambo le parti. Cioè, non esiste che io mi lavo, mi depilo, mi trucco, mi faccio la piastra, mi faccio le unghie, mi do almeno 3 creme diverse… e per quel che ti riguarda devo dire grazie che almeno due volte la settimana ti lavi. E vogliamo parlare di quelli che ti rinfacciano se una volta sei arrivata lunga e non sei riuscita a depilarti o a farti la piega e poi loro si tagliano i capelli con il regola barba? No, dai, non voglio infierire…

5. Ci valutate per la nostra taglia: di pantaloni, di reggiseno, di scarpe, di altezza…

Una cosa che mi ha sempre dato fastidio è la fissa per l’esteriorità degli uomini (anche quelli di cui al punto 4). Se volete liberarvi dall’ansia di prestazione (lavorativa, sessuale…) aiutate noi a liberarci dall’ansia di prestazione (coppa B, coppa C, taglia 42, un metro e un tappo… etc etc). Tanto l’attrazione segue leggi chimiche così incoerenti e soggettive che in realtà la Bellezza è il più grande bluff della storia! Saremo entrambi più soddisfatti: è l’ansia la madre di tutte le prestazioni negative. Ma soprattutto fateci complimenti SINCERI, saremo felici di ricambiare!

6. Ci considerate un oggetto di proprietà e non una persona pari a voi. Con una variante: solo voi avete degli amici e dei colleghi.

Forse non ci crederai, ma una fidanzata non è un oggetto di proprietà, ma un individuo capace di pensare e agire in autonomia. Quindi la tua compagna può non essere d’accordo con te, può fare qualcosa che non ti va e soprattutto può avere amiche, amici e colleghi esattamente come te. Un grande classico, la gelosia maschile. Cioè tu puoi uscire con i tuoi amici o colleghi e non ci vedi niente di male, ma la tua donna non può uscire con gli amici o i colleghi che ci vedi tutto il male del mondo. Prima di conoscervi la vostra compagna aveva una vita e degli affetti per lei molto importanti che l’hanno accompagnata negli anni: non chiedetele di rinunciarci solo perché voi siete gelosi, piuttosto lavorate sulla vostra autostima!

7. Il vostro lavoro è prioritario, il nostro no. Con una variante: se noi abbiamo un lavoro “migliore” del vostro, non vi fa piacere.

Ecco, questo punto non è colpa vostra. Da tempo immemore ci hanno insegnato che è l’uomo che porta i pantaloni (e i soldi a casa). E voi non siete altro che i degni figli di questo retaggio culturale. Tuttavia, se proprio vi da fastidio che la vostra compagna faccia un lavoro più gratificante del vostro, cercate di migliorare la vostra posizione invece di sminuire la sua. Certo è più facile non uscire dalla vostra zona di comfort e cercare di abbassare il livello della vostra compagna piuttosto che cercare di alzarvi voi… ma davvero preferite essere due persone insoddisfatte piuttosto che cercare entrambi la realizzazione professionale?

8. Vuoi davvero sentirti un eroe?

Ci sono uomini che per sentirsi dei superuomini o degli eroi hanno bisogno di essere primi in un gioco del computer o della playstation. Lo so, ogni uomo ha desiderato almeno una volta nella vita combattere contro un criminale, uno zombie o un extraterrestre e sentirsi super figo. Ti svelo un segreto: se vuoi davvero essere un eroe, prova una mattina a svegliarti un’ora prima, dare una passata veloce a casa, prepararti, preparare la colazione alla tua fidanzata, riordinare, uscire e andare al lavoro, fare la spesa o andare in palestra in pausa pranzo, tornare la sera tardi, fare qualche pulizia, cucinare la cena, riordinare, passare del tempo con la tua fidanzata, guardare qualcosa in TV e fare sesso prima di dormire. Appunto.

9. Ci piacete, ma non ve lo diremo mai.

Esistono le eccezioni ed esiste l’emancipazione femminile. E probabilmente, una decina di donne al mondo vi diranno, senza paura e senza conoscere la vostra opinione, di essere interessate a voi. Ma su 7 miliardi di individui, di cui almeno 4 miliardi di genere femminile, quante chance avete di incontrare proprio una di quelle 10? Se ci piace davvero un ragazzo statene certi: sarà l’ultimo a saperlo. E ci siamo talmente abituate a mascherare la cosa che farete davvero fatica ad accorgervene. Vi chiediamo gentilmente di semplificarci la vita e provarci spudoratamente: se siamo interessate buon per voi, e se non siamo interessate ci starete comunque più simpatici perché avete offerto una splendida rosa alla nostra autostima.

10. Fiori, fiori e ancora fiori.

Che siano  rose, orchidee o fiori di zucca, non esitate a regalarci fiori. A seconda del tipo di donna che state corteggiando, potete regalarci un fiore reciso, un fiore di cui prenderci cura o un fiore da friggere. In tutti i casi i fiori sono sempre regali molto graditi. Non vi resta quindi che cercare di capire che tipo di donna vi piace e regalarle il fiore adatto 😀

Dopo questa goliardica parentesi torno ad essere un wine food blogger. Spero di averti fatto ridere qualche minuto… Grazie ancora Alessandra, Massimo e Roberto di avermi ispirato 😀

A proposito, se hai qualcosa da aggiungere lasciami un commento! Secondo te ci sono altre cose che un uomo deve capire di una donna e viceversa?

A presto

Chiara

11. Controllate periodicamente la #wishlist di Natale dei possibili regali a tema vino da aggiungere ai fiori (nel mio caso orchidee rare 😀 )… mi raccomando!

 

ItalianoEnglishDeutschFrançaisEspañolNederlandsPortuguêsРусский日本語简体中文
error: Questo contenuto è protetto da copyright © Chiara Bassi perlagesuite.com