Qui in Lombardia è esattamente una settimana che è incominciato il secondo Lockdown. Esattamente come accaduto durante la prima quarantena, le mie attività preferite sono cucinare, mangiare e bere. Per questo oggi voglio parlarti di un prodotto che adoro: il miele. In particolare voglio parlarti di quello prodotto da Tenuta Casa del Sole perchè è stato capace di colpirmi non solo per il suo gusto, ma anche per il suo packaging.

Esattamente come accade nel vino con l’etichetta, noi compriamo con gli occhi ancora prima che con la bocca. La prima cosa che ci colpisce è la presentazione del prodotto e pertanto un’azienda che cura questo aspetto per me è vincente. Non solo perchè mi suggerisce di sceglierla dallo scaffale, ma perchè si autotrasforma in un’ottimo regalo quando vado a cena da amici. A proposito, quanto mi mancano le cene – quelle belle come questa a base di crudi di pesce e Champagne – in compagnia! Stamattina mentre facevo l’ennesimo giro del vialetto condominiale – ormai giro in tondo che il mio vecchio criceto scansati – ero al telefono con mamma e ci stavamo chiedendo se saremmo riuscite a fare il Natale insieme e soprattutto se io e mio marito Francesco possiamo andarla a trovare dato che in effetti io e lui non siamo parenti di primo grado.

Sarò sincera, il burocratese a me fa venire la pelle d’oca. La proposta di fare il Natale solo con i parenti di primo grado mi sembra abbastanza ridicola: i genitori se hanno due figli devono scegliere con quale figlio stare dato che i fratelli sono parenti di secondo grado? Poi, se nel calderone ci finiscono parenti e affini di primo grado, io e mia mamma possiamo stare insieme, mio marito e mia mamma possono stare insieme… e io e mio marito che siamo uno status a parte come funzioniamo? Ho già la pelle d’oca a pensare alle discussioni che si creeranno nei giorni precedenti… per non parlare se ti fermano in caso di controllo! 😅 Nel dubbio ho deciso di attrezzarmi come ho fatto a Pasqua 2020 scegliendo qualche regalo di Natale online da spedire a mia mamma, a mia zia e a mio cugino in caso non possiamo vederci… ovviamente sono cofanetti gastronomici perchè siamo tutti dei golosoni!

tenuta casa del sole scrigno valli

Da anni ho una grandissima passione per il miele, tanto che ho fatto anche un corso di degustatore del miele. Questo cibo delizioso è apprezzato da sempre, fin dagli uomini della preistoria che raccoglievano il miele selvatico anche per il suo grande potere nutritivo. Nelle corti medievali poi Federico II di Svevia organizzava incredibili banchetti cospargendo di miele i colombi che lui stesso cacciava. E in effetti io stessa adoro laccare la carne d’agnello col miele prima di passarla gli ultimi minuti in forno o in padella (a proposito, qui trovi la mia ricetta dell’agnello laccato al miele che preparo a Pasqua!)

cosciotto di agnello laccato al miele ricetta

Tenuta Casa del Sole: lo Scrigno Valli

Ancora prima di parlarti di questa azienda voglio dirti perchè ho scelto questo come primo regalo di Natale da farti scoprire. Questo cofanetto racchiude dentro di sé l’abbinamento perfetto: il miele millefiori abbinato al Parmigiano Reggiano da prati centenari. Sono entrambi davvero deliziosi e la docezza del miele contrasta alla perfezione il sapore deciso di questo formaggio straordinario. Sono oltre 300 le varietà di fiori racchiuse in questo vasetto e le mucche che pascolano su questi stessi prati che non vengono toccati dall’uomo da più di un secolo si alimentano di quella stessa biodiversità.

Conosci forse qualche sommelier o qualche appassionato di vino che non si divertirebbe a giocare con qualche abbinamento?

A proposito, tu che vino sceglieresti?

Sarò sincera, ho provato questo parmigiano e questo miele davvero davvero con vari abbinamenti, ma il mio preferito è con la birra Muscat di Villa Pagnoncelli (leggi di più QUI). Trovo che la sinergia che si crea tra il gusto del miele millefiori, la sapidità del parmigiano e questa birra al Moscato di Scanzo sia assolutamente magica.

Il prezzo di questo scrigno bellissimo che ti farà fare un figurone è 37€ e include anche lo scagliatore per il formaggio. Lo puoi comprare sul sito dell’azienda cliccando QUI. Trovi l’unboxing tra le mie storie in evidenza su Instagram!

Tenuta Casa del Sole: la bomboniera di matrimonio perfetta

Probabilmente sai che poco più di 2 mesi fa mi sono sposata. Io e mio marito Francesco siamo stati d’accordo subito sul fatto di dividere la bomboniera in 2 parti: una cosa che restasse ai nostri ospiti e una parte solidale. Per la parte solidale abbiamo fatto una donazione all’Istituto Oncologico Romagnolo che ha assistito mio papà con grande premura durante il suo ultimo anno di vita. Per la parte che restasse ai nostri ospiti abbiamo scelto una cosa utile: ovvero un cavatappi con inciso i nostri nomi, il luogo e la data del nostro matrimonio. Se però avessimo fatto una scelta diversa avremmo optato per una bomboniera gastronomica: una bottiglia di vino, una bottiglia d’olio o un vasetto di miele erano le nostre alternative. Ecco, se ti piace l’idea del miele come bomboniera, i vasetti di Tenuta Casa del Sole sono davvero stupendi. E per un matrimonio o un evento importante, anche l’occhio vuole la sua parte!

La cosa più straordinaria è che questo miele non è solo bello, è anche buono! Ho avuto modo di assaggiare tutti e tre i gusti e sceglierne uno non è facile… io probabilmente li farei misti! Forse, e sottolineo forse, scelgo il miele di tiglio, ma è una dura lotta con il miele millefiori. Di tutti il gusto che mi piace di meno invece è l’acacia, ma se è un regalo non esistare a prenderlo perchè non solo è un grande classico, ma è uno dei miele d’acacia più buoni che ho mai mangiato.

miele di tiglio tenuta casa del sole

Tenuta Casa del Sole: un miele di tiglio davvero unico

La prima volta che ho parlato con Fabio mi ha colpito per la sua umiltà: non mi ha detto quanto era buono il miele di Tenuta Casa del Sole. Ti confesso una cosa: quando mi è arrivato a casa credevo fosse più packaging che sostanza ed ero piuttosto scettica del costo del vasetto: 12€ per 140g di miele. Partendo dal presupposto che la scatola è davvero carina, è inutile che ce la raccontiamo: 1 kg di miele di ottima qualità costa mediamente 20€. Sono sincera, questo di Tenuta Casa del Sole mi sembrava molto caro. Poi l’ho “toccato con mano” e l’ho assaggiato. Ho concluso che 12€ per quel piccolo vasetto di miele di tiglio di Tenuta Casa del Sole li spenderei a occhi chiusi perchè è davvero speciale. Ha una consistenza densa che “si scioglie in bocca”, un profumo mentolato e resinoso a cui è impossibile resistere. La consistenza “cristallizzata” lo rendono piacevole anche per quelli che non amano la consistenza viscosa del miele.

Ovvio, dato il prezzo per me questo non è il miele da usare come dolcificante al posto dello zucchero. Questo miele è un piccolo momento di piacere, un piccolo lusso accessibile che regaliamo a noi stessi o alle persone care per godere con tutti i nostri sensi mentre lo assaporiamo da solo o in abbinamento a un filetto di trota marinata o a un agone sott’olio. Noi lo abbiamo provato anche con il formaggio di malga, quello giallo a pasta dura e semigrassa che vendono nel nostro paese ed è buono da morire. Un abbinamento paradisiaco! Però fidati, con i pesci marinati è davvero pazzesco! Compralo subito il miele di tiglio QUI.

tenuta casa del sole

Tenuta Casa del Sole: non un lavoro, un sogno.

4 donne emiliane – Benedetta, Fulvia, Alice, Mabel – ognuna con un preciso compito, si sono riunite per creare un’azienda davvero speciale. Nei 161 ettari della tenuta piantano alberi, recuperano sentieri e liberano animali tipici della zona. Un luogo perfetto per produrre un miele eccellente e per ricostruire un antico borgo da far diventare la sede dell’attività agricola, un luogo di lavoro e condivisione.

Sono andata a vivere su un’isola in mezzo al lago dove non girano auto perchè amo la natura più di qualsiasi altra cosa. Sono fermamente convinta che la Bellezza ci salverà, ma non quella bellezza effimera e superficiale fatta di artifici estetici. Parlo della Bellezza vera, di quella che ci regala ogni giorno un fiore che nasce e ci dona i suoi colori. Per questo il mio prodotto preferito in vendita sullo shop dell’azienda sono i semi a sorpresa dei loro prati centenari, racchiusi in un sacchettino di alcantara fatto a mano da un’artigiana locale. Costano solo 2,50 € e li puoi comprare e piantare dove vuoi.

il miele di qualità: una mia piccola riflessione

Ogni giorno, ogni ora, ogni istante facciamo delle scelte. Da donna adulta non smetterò mai di ringraziare mio padre e mia madre per avermi insegnato il valore della qualità. Sarà che mio padre ha fatto il Responsabile Qualità per gran parte della sua vita e ho sentito parlare di UNI EN ISO 9001 prima ancora che venisse pensata. Sarà che mia madre con il suo primo stipendio a 19 anni si è comprato un paio di jeans fatti a mano in Italia. Sarà che siamo quello che mangiamo, e a casa mia non si sono mai spesi soldi in sigarette per risparmiare sull’olio extravergine di oliva.

Prima di guardare quanto costa una cosa chiediti se è industriale, dozzinale o artigianale. Se stai pagando la marca o il contenuto. Se stai violentando la natura o facendo del bene al pianeta e al tuo corpo. E poi ricorda che chi lavora in agricoltura e sa aspettare e rispettare il suo corso, fa un mestiere difficile e incerto. I cambiamenti climatici mettono a rischio la fioritura, la salute delle api e di conseguenza il raccolto.

Sai cos’è il miele industriale? La legge italiana (sigh…) recepisce la direttiva europea (…sob!) e stabilisce che il miele che ha un gusto e un odore anomalo – causa surriscaldamento – e/o aver iniziato un processo di fermentazione – leggi è andato a male – e non è più adatto al consumo diretto ma può essere un ingrediente per la produzione di un nuovo alimento, ad esempio i biscotti al miele della marca famosa… questo è comunque da non confondere col miele dozzinale che è quello che trovi al supermercato in forma liquida e che è stato pastorizzato – perdendo tutte le sue proprietà nutrizionali – per farlo cristallizzare il più tardi possibile. A volte (argh!) sull’etichetta del miele che compri sullo scaffale – e purtroppo sono certa che non leggi – c’è scritto “miscela ottenuta da mieli provenienti da vari paesi europei e extraeuropei” e – se ti va proprio malissimo – “miele industriale destinato alla sola produzione di cibi cotti“. La cosa grave è che tutto non solo è possibile, ma è perfettamente legale! E la cosa triste è che la stragrande maggioranza dei consumatori ne è all’oscuro. Quindi si apre il suo vasetto adatto solo alla produzione di cibi cotti – leggi crudo non è più commestibile – e ci zucchera il tè o lo spalma sulla fetta biscottata al bimbo a merenda.

Va beh ora basta che non voglio fare polemica in un articolo dove si parla di qualità e eccellenza. Sarà che sto assaporando cucchiaino dopo cucchiaino i cristalli che mi si sciolgono in bocca di questo miele di tiglio di Tenuta Casa del Sole che mi viene la rogna a pensare all’ignoranza gastronomica che pervade il mondo.

farina grani antichi tenuta casa del sole

L’ultimo prodotto di Tenuta Casa del Sole che dovresti conoscere sono le loro farine. Io sono una grande amante delle farine perchè faccio praticamente tutto in casa: pane, pasta, biscotti, pizza… e ovviamente la piadina romagnola (per la ricetta clicca QUI)! Ma la ricetta con cui puoi sbizzarrirti di più è quella delle crepes al miele (soprattutto con la farina integrale):

  • 500g di latte intero
  • 250g di farina integrale
  • 3 uova
  • 1 cucchiaio abbondante di miele

Con uno sbattitore ottieni un composto omogeneo. Filtralo con un colino e lascialo riposare in frigorifero 10 minuti. Metti una padella antiaderente a scaldare e quando è pronto versa un po’ di impasto, stendilo con l’apposito attrezzo – ti consiglio di comprare la crepiera come la mia della Ballarini, eccoti il link su Amazon – e lascia cuocere 1 minuto per lato. Spalma un cucchiaio di miele, chiudila e poi muovila nella padella con la spatola fin tanto che non caramella.

Con questa dose puoi preparare almeno 6 crepes, da condire con tutti i gusti del miele di Tenuta Casa del Sole e il loro parmigiano a scaglie da Prati Centenari.

A proposito… che vino ci abbinamo???

Hai mai preparato le crepes al miele a casa? Conoscevi già questa azienda? Qual è il tuo miele preferito? Scrivimelo in un commento!

Cheers

Chiara

Come diventare sommelier

(63 recensioni dei clienti)

Tutto quello che c’è da sapere sul vino in un solo libro. Il manuale è pensato per tutti gli aspiranti sommelier, ma è utilissimo anche per i “già sommelier” che vogliono ripassare, per i winelover che vogliono cominciare a dare basi concrete alla loro passione e per gli operatori di settore che vogliono guadagnare di più imparando sia a gestire la cantina del loro ristorante sia a vendere la bottiglia giusta ai loro clienti.

II Edizione: 1 dicembre 2019 – formato 16,5 x 24 cm, 430 pagine in bianco e nero, ISBN 978-88-943070-8-5 [IN VENDITA]

I Edizione: 31 ottobre 2018, formato 16,5 x 24 cm, 300 pagine in bianco e nero – ISBN 978-88-943070-1-6 [ESAURITO]

 34,00 IVA inclusa!

Svuota

IN OMAGGIO, solo per chi compra il mio libro su Perlage Suite, una copia della Prima Edizione da Collezione della mia Guida Vini Spumanti "500 Bolle in 500", prezzo di copertina 25,30 €.

ItalianoEnglishDeutschFrançaisEspañolNederlandsPortuguêsРусский日本語简体中文
error: Questo contenuto è protetto da copyright © Chiara Bassi perlagesuite.com