Nel mio articolo “Donne del vino e critiche: mi avete davvero rotto i… grissini!” (che ha sfiorato i 5.000 visitatori in un solo giorno) ti ho raccontato di come ero affranta ad attendere l’indomani per assaggiare quella deliziosa torta salata che avevo appena sfornato. In tantissimi mi avete fatto i complimenti su Instagram chiedendomi la ricetta… per questo oggi ho deciso condividere con te la ricetta di “Quel tortone lì” come lo chiamiamo a casa io e mio marito Francesco. In realtà il nome più corretto sarebbe: torta salata patate e pancetta (con formaggi), la nostra preferita! Il bello di questa ricetta è che richiede pochi ingredienti, puoi utilizzare la pasta brisé fatta in casa (come ti spiego nella ricetta) o sostituirla con la pasta brisé già pronta che trovi arrotolata al supermercato e è davvero facile e gustosa! Inoltre pur essendo piuttosto saporita, questa torta salata è perfetta per i tuoi aperitivi casalinghi da zona rossa in quanto si presta a una molteplicità di abbinamenti. Dato che pochi giorni prima di Natale ho ricevuto la Lugana Cheers Box (come ti ho mostrato nelle mie story su Instagram) ho deciso di provarla con i due spumanti contenuti al suo interno: una scelta davvero azzeccata!

Prima di tutto… tira fuori l’attrezzatura!

A me piace avere la cucina ordinata ed efficiente pertanto la prima cosa che faccio sempre è tirare fuori tutto quello che mi serve! Per preparare questa torta salata patate e pancetta ho utilizzato:

  • 2 ciotole in alluminio
  • 1 tagliere
  • 1 coltello universale
  • 1 tegame per lessare le patate
  • 1 stampo con cerniera da 22 cm di diametro
  • 1 frusta manuale
  • 1 pennello in silicone
  • 1 schiumarola
  • 1 forchetta
  • 1 cucchiaio
  • 1 spatolina o 1 coltello
  • 1 bilancia da cucina
  • 1 matterello

Poi per impastare ho usato la planetaria, ma si fa facilmente anche a mano o con il mixer! Ti consiglio il matterello in plastica dura della Wilton: ti cambierà la vita! Non solo è perfettamente antiaderente ma è molto igienico… ce l’ho da tanti anni ed è ancora perfetto! Lo puoi comprare su Amazon QUI. Normalmente si usa per il Cake Design che richiede più precisione, ma io lo utilizzo per tutto e lo adoro! 😉

Torta salata patate e pancetta: la mia ricetta infallibile in 8 passi

Ti consiglio di provare a fare in casa la pasta brisé con questa ricetta facile e veloce. Non solo la torta salata patate e pancetta sarà più genuina, ma la soddisfazione sarà enorme… e vuoi mettere quanto potrai pavoneggiarti in più con chi la condividerai? Sarà tutto fatto con le tue splendide mani!

.

Ingredienti (per una teglia di circa 22 cm di diametro):

Per la pasta brisé:

  • 200g di farina 00
  • 100g di burro da panne centrifugate freddo di frigo
  • 50g di acqua fredda
  • 5g di sale fino

Per il ripieno:

  • 500g di patate (circa 4 patate medie, io utilizzo quelle della Sila)
  • 250g di ricotta
  • 150g di robiola
  • 150g di pancetta arrotolata in una fetta spessa che andremo a tagliare a cubetti grossi (ti prego, ti supplico, ti scongiuro: non utilizzare quelle oscenità da banco frigo già tagliate a cubetti! Per avere una buona torta salata serve una buona materia prima)
  • 1 uovo medio
  • Formaggio da grattuggiare (col formaggio di Tara è davvero speciale)
  • Sale e noce moscata QB

Procedimento:

Passo 1: la pasta brisé

Se usi la planetaria. Nella ciotola della planetaria versa la farina, il burro tagliato a cubetti, l’acqua e il sale. Impasta con il gancio a media velocità fin tanto che non ottieni un impasto omogeneo (circa 5 minuti). Controlla che gli ingredienti si stiano effettivamente impastando, se non è così ferma la macchina e aiutala con una forchetta, poi riaccendi. Se usi il mixer o a mano. Metti nella ciotola il burro e la farina e impasta con le mani fino ad ottenere un impasto bricioloso. Aggiungi l’acqua e il sale e impasta fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se pesi bene gli ingredienti l’impasto sarà perfetto e non appiccicoso.

Fai una palla liscia e mettila in un sacchetto gelo e chiudilo, poi riponila nel ripiano più alto per almeno 30 minuti (meglio 1 ora). Nota: ovviamente puoi utilizzare la pellicola per avvolgerla, ma io trovo molto più pratico metterla in un bel sacchetto e chiuderlo con una molletta!

La pasta brisé è un impasto davvero semplice e versatile che si prepara in 5 minuti e la puoi conservare in frigo fin tanto che non la utilizzi (max 24 ore). Quindi, ad esempio, puoi prepararla il giorno prima e utilizzarla il giorno dopo, puoi stenderla prima e avvolgerla in un foglio di carta forno oppure metterla in un sacchetto gelo chiuso con un laccetto nel ripiano più in alto fino al momento di stenderla (io faccio così, lo trovo più pratico anche perchè si stende in 1 minuto esatto).

Passo 2: le patate

Lava le patate, sbucciale e tagliale a pezzettoni. Lessale in acqua bollente non salata finchè non sono pronte. Scolale in un tagliere (io mi aiuto con la schiumarola) e poi schiacciale con una forchetta e riponile in una ciotola. Le utilizzerai quando saranno a temperatura ambiente (o comunque non troppo calde).

Passo 3: i formaggi, l’uovo e le patate

In una ciotola metti l’uovo e sbattilo con la frusta a mano, poi aggiungi la ricotta e mescola fin tanto che non hai un composto omogeneo. Aggiungi le patate un po’ per volta e continua a mescolare con la frusta. Con una grattugia a buchi larghi (come questa) gratta il formaggio a piacere (a me piace abbondante… indicativamente 50g). Aggiusta di sale e noce moscata. Se l’uovo ti dà fastidio o ti è pesante puoi non metterlo.

torta salata patate e pancetta

Passo 4: la pancetta

In una padella antiaderente rosola la pancetta fin tanto che non è croccante. Croccante… non bruciata! Poi aggiungila al composto e mescola con un cucchiaio.

torta patate e pancetta

Passo 5: la sfoglia

Tira fuori l’impasto dal frigo. Con un matterello (meglio di silicone che è più igienico) stendi la pasta sfoglia fino a che non avrà uno spessore di circa una moneta da 2€ (o poco più). Imburra bene lo stampo con cerniera. Adagia la pasta centrandola sullo stampo, poi modella i bordi fin tanto che non ottieni un risultato come quello nella foto.

torta patate e pancetta

Adagia la pasta centrandola sullo stampo, poi modella i bordi fin tanto che non ottieni un risultato come quello nella foto. 

torta salata patate e pancetta

Passo 6: farcisci con generosità

Adagia il ripieno che hai preparato e livellalo con cura in modo che sia tutto alto uguale.

torta salata patate e pancetta

Taglia la robiola a cubetti e mettili in mezzo all’impasto fino ad ottenere un risultato come quello in foto.

torta salata patate e pancetta ricetta

Passo 7: prepara il bordo e la futura crosticina

Ripiega i bordi aiutandoti con una spatolina o un coltello fino ad ottenere un risultato come in foto.

torta salata patate e pancetta ricetta

Sempre con la grattugia a buchi grossi gratta tanto formaggio sopra la torta. Più ne gratti più diventerà buona! Poi con un pennellino in silicone spennella d’olio extravergine di oliva il bordo della torta. Dovresti ottenere un risultato come nella foto sotto.

torta patate e pancetta robiola ricetta facile

Passo 8: la cottura e la sformatura

Cuoci in forno statico preriscaldato a 190°C per 35-40 minuti nel ripiano a metà. Sforna e passa la spatolina o il coltello intorno a tutto il bordo per verificare che sia ben distaccato poi apri la cerniera dello stampo. 

torta salata patate e pancetta ricetta

Consigli e conservazione

Mi raccomando, per fare questa torta con queste dosi utilizza uno stampo con cerniera da 22 cm (io ho questo da tanti anni con cui mi trovo benissimo). Se proprio non ce l’hai e non lo vuoi comprare va bene anche uno stampo da 20 cm, ti sconsiglio di utilizzare diametri superiori senza cambiare le dosi.

Questa torta si conserva in frigorifero per 2/3 giorni (non a casa nostra). Puoi riscaldarla in forno statico preriscaldato a 180°C (o ventilato a 150°C) per circa 10 minuti prima di servirla.

Torta salata patate e pancetta: vini in abbinamento

Quello che mi piace di questa torta è la sua delicatezza che la rende perfetta per una molteplicità di vini. Per questo a casa nostra “Quel tortone lì” è diventato il nostro aperitivo per eccellenza: una fetta sta bene con (quasi) tutto. Non solo: mio marito mangia fuori a pranzo ogni giorno e adora quando gli faccio la schiscetta con una grossa fetta di torta!

Come vi ho anticipato in questo articolo e nelle mie storie su Instagram, pochi giorni prima di Natale ho ricevuto la Lugana Cheer Box (puoi ordinare la tua QUI) che mi ha dato modo di scoprire tre vini di questo famoso territorio. All’interno ho trovato lo Spumante Lugana DOC Metodo Classico Brut 2017 della Famiglia Olivini, lo Spumante Lugana DOC Metodo Classico Brut di Pasini San Giovanni e un Lugana DOC 2019 di Cà Lojera abbinati a due specialità gastronomiche: il buonissimo zafferano Bio di Pozzolengo in stimmi dell’azienda Al Muràs e le deliziose olive in salamoia biologiche dell’Azienda Agricola Poggio Riotto. Ah, c’erano anche due calici da degustazione col logo del Consorzio Lugana! I due spumanti si prestano particolarmente bene per essere abbinati a questa torta, anche se entrambi non sono stati nelle mie corde. Tra i due ho preferito quello di Pasini San Giovanni: si presenta di un colore giallo paglierino scarico brillante con un perlage numerosissimo, fine e molto persistente che forma una spuma che ti accompagna nel tempo. Ha un naso citrino e floreale, delicato e con note confettate che sfumano in un ricordo di biscotti al burro appena sfornati. In bocca la bollicina è satinata, elegante, fresco, equilibrato e molto beverino. Non gode di una grande struttura e anche per questo sta davvero benissimo con questa torta salata che rimane comunque una preparazione molto delicata.

La Lugana DOC 2019 di Cà Lojera si presenta di un giallo paglierio brillante e consistente. Al naso si riconoscono note di burro, pera, cioccolato bianco e salsedine. In bocca è grasso, opulento, equilibrato, pronto e con un’ottima beva. Ci ho abbinato queste deliziose linguine allo zafferano Bio di Pozzolengo in stimmi dell’azienda Al Muràs: speciali!

lugana ca lojera

Per questo, tra le Cheer Bo disponibili ti segnalo le mie due preferite:

Azienda Agricola Cobue: 1 Lugana Doc Monte Lupo 2019 + 1 Lugana Doc CAMP 8 + Risotto allo zafferano di Pozzolengo dell’azienda Agricola Al Muràs da 250 gr. Prezzo della box: 39,00 €. Puoi ordinare questa box alla mail: info@cobue.it

Azienda Agricola Cà Lojera: 1 Lugana Doc 2019 + 1 Lugana Riserva del Lupo 2016 + 1 Grappa di Lugana invecchiata da 20 cl. della Distilleria Peroni Maddalena. Prezzo della box: 49,00 €. Puoi ordinare questa box alla mail: info@calojera.com

Per consigli o dubbi lasciami un commento scorrendo la pagina.

Cheers 🍷

Chiara

P.S. Ti segnalo anche questo articolo che ho scritto per il Consorzio Lugana in occasione della Masterclass tenuta durante la Milano Wine Week

Come diventare sommelier

(66 recensioni dei clienti)

Tutto quello che c’è da sapere sul vino in un solo libro. Il manuale è pensato per tutti gli aspiranti sommelier, ma è utilissimo anche per i “già sommelier” che vogliono ripassare, per i winelover che vogliono cominciare a dare basi concrete alla loro passione e per gli operatori di settore che vogliono guadagnare di più imparando sia a gestire la cantina del loro ristorante sia a vendere la bottiglia giusta ai loro clienti.

II Edizione: 1 dicembre 2019 – formato 16,5 x 24 cm, 430 pagine in bianco e nero, ISBN 978-88-943070-8-5 [IN VENDITA]

I Edizione: 31 ottobre 2018, formato 16,5 x 24 cm, 300 pagine in bianco e nero – ISBN 978-88-943070-1-6

 34,00 IVA inclusa!

Disponibile (ordinabile)

IN OMAGGIO, solo per chi compra il mio libro su Perlage Suite, una copia della Prima Edizione da Collezione della mia Guida Vini Spumanti "500 Bolle in 500", prezzo di copertina 25,30 €.

ItalianoEnglishDeutschFrançaisEspañolNederlandsPortuguêsРусский日本語简体中文
error: Questo contenuto è protetto da copyright ©Chiara Bassi perlagesuite.com