Sabato, per la prima volta da 7 anni a questa parte, ho lasciato a casa la Moleskine. Non solo, mi sono anche sforzata di non prendere appunti. Sembra un inizio banale, ma la realtà è che per assaporare una Experience devi viverla e basta. Per lo stesso motivo ho scelto di non sfogliare nemmeno la brochure e affidarmi a quel poco – pochissimo in realtà – che sapevo di questa tenuta. Era dal 20 di dicembre che non lasciavo casa mia e mi sono trovata ad assaporare ogni istante che ho dato per scontato per 33 anni. Ho imparato a non dare nulla per scontato quando è mancato il mio adorato papà giusto un paio di anni fa. Ho imparato a contemplare la natura. Ho imparato ad assaporare il cibo e il vino in modo diverso. Ho imparato a non rimandare. Sono sempre stata affamata nella vita: accontentarmi è una parola che non è mai appartenuta al mio vocabolario. Credo che io e Giuseppe Prestia, il titolare, abbiamo la stessa fame e l’ho capito quando ha definito la Venturini Baldini uno château emiliano. La chicca però per me resta l’acetaia di Canossa: un piccolo tempio del piacere che vale assolutamente il viaggio in Food Valley.

venturini baldini vini emiliani

Venturini Baldini: un futuro Chateau nella Food Valley

A chiamarsi Chateau in Italia non ci ha provato nessuno, o almeno a me non è mai capitato di sentire questa definizione. E di cantine a dir poco spettacolari che definire castelli è riduttivo soprattutto in Piemonte ne ho visitate. Allo stesso modo a Bordeaux sono rimasta più volte delusa da strutture che di regale avevano giusto il nome. Pensare che qualcuno potesse definire Chateau una cantina emiliana? Bisogna essere pazzi o visionari, e se ho capito il personaggio sono portata a protendere per la seconda.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Io sono nata Romagnola. In me batte un cuore emiliano romagnolo di cui vado estremamente fiera. Lo ammetto, vivo in Lombardia solo perche in Emilia-Romagna non ci sono laghi e io non potrei vivere in nessun posto che non sia fronte lago. Il lago mi dà un senso di quiete a cui non posso rinunciare. Eppure, quando vado in Emilia-Romagna, non sono capace di sentirmi a casa più di altrove. La verità è che io mi sento a casa solo dove c’è un buon calice di vino, una vasca da bagno e un mezzo per scrivere. Ecco, da Venturini Baldini, anche solo per un giorno, mi sono sentita a casa. Giuseppe riuscirà a creare uno château in Emilia? Questa è una terra che non ha mai davvero puntato sul vino perchè aveva già troppe cose su cui puntare. Tuttavia la sua capacità di far sentire a casa un pubblico di lusso di stampo internazionale credo possa davvero fare la differenza.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Giuseppe, Julia – la sua bellissima e brillante moglie – e i loro 4 figli (che sono così angelici che sembrano si siano animati d’improvviso da un quadro del Vasari) ti accolgono con un’ospitalità discreta e familiare, emblema di un lusso contemporaneo stanco delle formalità dei tradizionali hotel a 5 stelle.

E visto che Giuseppe ha fatto questo parallelo con gli château francesi che io conosco molto molto bene al netto di averne visitato oltre un centinaio tra Champagne, Bordeaux, Châteauneuf-du-pape, Languedoc fino alla Provenza, mi permetto di dire che ha tutte le carte in regola per farcela. Le persone di un certo livello che non viaggiano per affari preferiscono un lusso familiare isolato – ma accessibile – rispetto al 5 stelle sulla piazza principale. E l’ho imparato proprio a Bordeaux, quando durante un mio soggiorno all’InterContinental Le Grand Hotel proprio di fronte all’Operà, ho incontrato certi personaggi in giro per lavoro. Non fraintendermi: la mia suite era incredibile e scoprire che quell’urlatore seriale di Gordon Ramsay ha nel suo ristorante più orchidee di quante ne ho io a casa me lo ha fatto vedere con una luce completamente nuova – aragoste stipate in un micro acquario a parte…- ma lì mancava il calore della famiglia e il lusso era una faziosità formale perfetta soprattutto per un contesto lavorativo. Allo stesso modo quando sono stata ospite di château Pichon Baron ho visto anche la stessa tipologia di persone orbitarci attorno, ma più rilassate, dove le mani scivolavano da un abbraccio al computer e le labbra da una discussione a un bacio.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Quindi Giuseppe non è pazzo, piuttosto un imprenditore visionario: il tipo di ospitalità di Venturini Baldini è esattamente quello che ama il target di clienti a cui lui stesso si rivolge. Se saprà creare un lusso familiare anche nelle suite della villa attualmente in ristrutturazione che saranno provviste di maggiordomo – una figura che amo – avrà assolutamente creato il suo château emiliano. Di certo la tenuta e il talento non mancano né a lui né a Julia! Sono 32 ettari di vigneti a conduzione biologica che hanno saputo incarnare la tradizione emiliana facendo un occhiolino anche un po’ sfacciato al mondo. Sono paesaggi che sembrano rubati dalla Col d’Orcia, con questi cipressi che si inseguono spezzando il giallo dei prati assolati. Così vicini alla città di Reggio Emilia, eppure così lontani.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Dopo un giro tra i vigneti con Giuseppe abbiamo visitato l’acetaia di Canossa con Julia. Che piccola bomboniera del gusto! Oggi stavo studiando diritto alimentare e vitivinicolo e in una lezione si parlava proprio di aceto balsamico. Anzi, prossimamente dedicherò proprio un articolo a questo tema perchè è un gioiello gastronomico italiano a mio avviso non sufficientemente valorizzato. Probabilmente perchè non è ancora oggetto di una cultura sostenibile adatta sia al professionista sia al neofita.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

L’acetaia è davvero bella, ordinata e pulita. C’è un profumo di mosto avvolgente che ti ruba il cuore. E quando scendi le scale e ti accoglie una sala stile “Julia” – un country chic con un tocco nordico – sei davvero felice.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Abbiamo degustato davvero tantissimi prodotti a base di aceto, tutti studiati per un pubblico che cerca non solo la qualità, ma anche la presentazione. Ho adorato questo balsamico con tartufo perchè è davvero equilibrato: si sente benissimo sia l’aceto balsamico sia il tartufo, e soprattutto il tartufo sa di tartufo e non di chimico come spesso accade. Denso e delizioso, lo trovo perfetto per valorizzare un risotto classico, magari mantecato proprio con lo spumante rosé Venturini Baldini, un buon burro e un buon Parmigiano Reggiano. Basta mettere qualche goccia o un giro a spirale e ti salta fuori un piattino “stellato” davvero con poco sforzo, oltre quello di fare un buon risotto all’onda.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Le perle al wasabi sono uno dei prodotti più interessanti che ho assaggiato: non è facile equilibrare così bene una cosa forte e piccante come questa radice giapponese. Oltretutto ha una favolosa capacità di pulire la bocca, esattamente come l’aceto di questa preziosa ricetta sferificata. Imperdibile per fare bella figura mentre si conferisce gusto e si decora il piatto. Da abbinare con ventresca di tonno, salmone e branzino in carpaccio. 

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Dopo la visita all’acetaia abbiamo passeggiato fino alla splendida terrazza panoramica e abbiamo ammirato alcuni angoli della villa in anteprima come la graziosa e raccolta palestra. Mi è piaciuta tantissimo la ghiacciaia e Giuseppe ci ha anticipato che ospiterà qualcosa a tema artistico… non vedo l’ora di vederlo. C’è anche un angolino panoramico all’aperto dove rilassarsi dopo la fatica e bere una rinfrescante bollicina… ops volevo dire una tisana dietetica.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Il nostro tour è proseguito nella cantina vini, piccola e molto ordinata. L’ho trovata più di rappresentanza che davvero “operativa”, ma credo che questo sia dovuto soprattutto all’impianto recente della gestione di Giuseppe che ha rilevato la Venturini Baldini solo nel 2015 e noi sappiamo bene che nel mondo del vino i tempi sono un po’ dilatati.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Questo ambiente da fare una cena o un buon aperitivo emiliano a base di lambrusco, parmigiano e aceto balsamico è assolutamente perfetto. No dico, ma vi immaginate questo ambiente addobbato giusto per un evento? Che atmosfera magnifica!

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Colleziono orchidee e ho un pollice di un bellissimo colore verde smeraldo ereditato dalla mia mamma. Quindi non ti nascondo che il mio luogo preferito è proprio la limonaia, ambiente che ha un potenziale INCREDIBILE. L’abbiamo vista ancora un po’ spoglia e in fase di completamento. Come ho suggerito a Julia, spero la “scaldino” con oggetti in bambù e qualche bel quadro di Tamara de Lempicka e/o Mucha.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini
Tamara de Lempicka Venturini Baldini

Mancano ancora tantissime piante: io lo riempirei di orchidee Vanda che amano tanta luce e con le radici aeree e i fiori sono molto scenografiche. E le monanstera? Cavolo ci starebbero in modo stupendo… comunque io su sta limonaia ci ho già fatto un pensierino che non vedo l’ora di condividerla con Giuseppe.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Se non vado in cucina a spiare e rompere le balle mentre lavorano non sono contenta… e quindi eccomi qui a scoprire il menu in anteprima. Un menu “furbo”, fatto con preparazioni facili da gestire anche fuori dalla propria cucina e sicuramente preparati comodamente prima. Ci vuole intelligenza a fare certe scelte, quindi già bravi per questo.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Nota di merito per il pane: nel primo cestino che mi hanno portato c’era un pan brioche caldo delizioso che mi sono scofanata in un attimo. L’ho apprezzato molto: odio quando mi portano tristi cestini con pane squallido o peggio vecchio! E mi capita troppo spesso purtroppo, anche in ristoranti dove si mangia davvero bene.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Il “caviale” di aceto balsamico si presenta davvero benissimo e è un acquisto furbo per qualsiasi ristorante che vuole fare bella figura con poco, o per un consumatore privato che vuole stupire i suoi ospiti con attimi di saporita freschezza. Buonissimo anche lo Spritz elaborato con il Ca del Vento, lo spumante rosé di cui ti parlerò tra poco. Il Parmigiano era un po’ giovane per i miei gusti, ma davvero di ottima qualità. Abbiamo iniziato alla grande con questo aperitivo di benvenuto!

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Se mi proponete le uova fritte in camicia vi piace vincere facile: le adoro. E queste erano cotte alla perfezione, cosa assolutamente non scontata! Perfetto l’abbinamento con lo spumante rosé che ha sgrassato perfettamente la bocca con la sua effervescenza magistrale. Il Ca del Vento Rosé è un Metodo Martinotti di una qualità incredibile, perfetto da aperitivo o per risotti delicati. Elegantissimo come tutti i vini di Venturini Baldini che ho degustato.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

A Reggio Emilia li chiamano cappelletti, ma a me sembrano i classici tortellini bolognesi, solo con un ripieno diverso. Per me che sono romagnola il cappelletto è una bestia con un kg di ripieno, altro che nell’unghia del mignolo, mi riempie il palmo! Buonissimi, e perfetto l’abbinamento col vino, il Rubino del Cerro, uno dei migliori lambrusco che ho mai bevuto. Davvero davvero buono, te lo stra consiglio! Provalo leggermente fresco e abbinalo ai tuoi affettati preferiti per godere in totale felicità! Un buon lambrusco spumante secco e sapido, con i frutti di bosco che danzano con le spezie dolci per avvolgere il palato con intrigante morbidezza e un’effervescenza setosa. Bravissimi!

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

La guancia brasata su vellutata di carote era proprio buona. Questo TERS è un bellissimo progetto di Venturini Baldini: creare un super tuscans in Emilia, ovvero un Super Emilians. Per farlo ha scelto il Malbo gentile, un vitigno autoctono dell’Emilia-Romagna un po’ bistrattato, ma con delle grandi potenzialità, dovute principalmente alla ricchezza e alla qualità dei suoi antociani, alla sua struttura importante e alla sua capacità di sviluppare una grande sapidità soprattutto se coltivato in terreni calcarei. Si profuma di frutti a bacca nera, liquirizia, inchiostro e foglie di tabacco, soprattutto dopo un lungo affinamento in bottiglia. In questo caso specifico il tannino era un po’ verde, ma l’annata sappiamo bene che non è stata delle più facili. Non vedo l’ora di riassaggiarlo di un’annata più fortunata!

Ora che l’enologo è Riccardo Cotarella mi piacerebbe sentire la sua posizione al riguardo: e se questo TERS provassimo a farlo stile amarone ovvero un passito secco? La buccia spessa e il discreto potenziale di invecchiamento a me farebbero voglia di giocare questa carta, e tu Giuseppe cosa ne pensi?

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Ho apprezzato molto finire con un classico gelato alla crema: rinfrescante e digestivo. Il gelato non era il mio genere di gelato: probabilmente a base d’acqua o comunque con poca panna, mentre a me la crema piace molto più “ricca”. Comunque un buon finale per una cena deliziosa, anche se ovviamente lo spumante non c’entrava nulla! L’ho degustato prima di asfaltarmi la bocca col freddo del gelato. A proposito, sai che l’abbinamento perfetto per un gelato è un saké caldo?

Comunque questo è lo spumante di punta di Venturini Baldini che abbiamo assaggiato e Giuseppe è molto ambizioso: vuole collocarlo nelle prime 10 bollicine italiane. Ci riuscirà? La strada sicuramente è ancora lunga, ma la base c’è e le premesse sono buone. La bollicina ha bisogno di affinarsi ancora un po’, ma è dotato di una grandissima eleganza.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Limoniamo?” appena entri nel bagno della limonaia ti stupisce una carta da parati troppo carina, un misto tra lo stile pop e lo stile vintage irresistibile. La scritta poi è un chiaro invito, peccato che mio marito non si è alzato da tavola!

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Ho dormito talmente tante volte fuori nella mia vita da stupirmi io stessa di quanto è diversa la colazione che puoi trovare. Ecco, da Venturini Baldini ho trovato la mia colazione preferita: una buona brioche con tanto burro che la rende fragante, una confettura artigianale e un tè squisito. Il lusso di una eccellente semplicità.

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

La nostra Experience è finita con una vecchia conoscenza: il miele Gocce di Luce di cui ti ho parlato giusto qualche mese fa in questo articolo. A proposito, il millefiori è delizioso… ma quello di tiglio ha una punta balsamica irresistibile!

vini emiliani lambrusco spumante venturini baldini

Questo reportage è stato forse un po’ lungo.. ma in questo splendido chateau emiliano c’è tanto tanto da scoprire! Per quel che mi riguarda non vedo l’ora di tornarci… grazie ancora per la bellissima esperienza!

Cheers 🥂

Chiara

P.S. Questo articolo si è fatto un po’ attendere, ma nel mezzo ho dato l’esame di Statistica Applicata e di Storia Economica, quindi sono giustificata… vero? Ora ti dò la buona notte che tra 4 ore parto per un meraviglioso Press Tour in Toscana… curioso?

Come diventare sommelier

Tutti i miei appunti sul vino e sul cibo in un solo libro.

(71 recensioni dei clienti)

 34,00 IVA inclusa!

Disponibile (ordinabile)

IN OMAGGIO, solo per chi compra il mio libro su questo blog, una copia della Prima Edizione da Collezione della mia Guida Vini Spumanti "500 Bolle in 500", prezzo di copertina 25,30 €. [Fino ad esaurimento scorte]

error: Questo contenuto è protetto da copyright ©Chiara Bassi perlagesuite.com