Come ti avevo anticipato nel mio articolo “San Valentino 2019: 3 idee regalo (romantiche) per sommelier e winelovers ❤, il 14 febbraio siamo stati in Toscana ospiti della cantina vitivinicola Carpineto. Conoscevo già questa azienda perché mi avevano inviato i campioni per la mia guida vini spumanti, ma non avevo mai assaggiato nessun loro vino rosso… quindi una verticale di Vino Nobile di Montepulciano è stata una bellissima occasione per approfondire. Abbiamo passato due giorni splendidi… con una nota di merito al ristorante per la cena che si è rivelato superiore ad ogni aspettativa: non ci ho trovato una virgola fuori posto nemmeno io che a tavola sono la regina indiscussa delle rompi coglioni per qualsiasi cosa! 😄😈

Scrivere questo articolo mentre degusto l’olio “il Sillano” della cantina vini Carpineto è un vero piacere. E poi se alla degustazione professionale segue un grande abbinamento… è poesia! Gamberoni ecuadoriani crudi con limone grattuggiato, peperoncino, pepe nero, timo e, naturalmente, questo olio. Quale modo migliore di testarlo? Grazie Danilo per i tuoi favolosi gamberi… cosa mangerei senza di te? 😄

Negli antichi oliveti dell’alto Valdarno nei pressi di Firenze, le olive sono raccolte a mano con grande attenzione. Questo olio è composto da un blend di 80% frantoio, 10% moraiolo, 10% leccino e pendolino. Si presenta di un bel verde carico con note di carciofo piuttosto intense, erbe aromatiche e spezie. In bocca è avvolgente e lungo.

Ho rivisto con piacere i due instagrammer Simone Roveda (su Instagram @winerylovers) e Stefano Quaglierini (su instagram @italian_wines), con cui ho passato un soggiorno bellissimo a Capannelle nel Chianti Classico la scorsa estate quando siamo stati giudici del loro Wine Contest 2018 [se ti fa piacere puoi leggere l’articolo cliccando QUI]. Andiamo subito al sodo: ecco i miei appunti di degustazione. Io scrivo tanto -molto più degli altri- e sono molto molto lenta mentre degusto… ma se leggi il mio blog sai che se la sintesi è fondamentale quando si parla di wine marketing, uno svolgimento è un dono se si parla di emozioni enoiche.

Vini toscani/Campione 1: Farnito Brut, Carpineto

Note tecniche: Questo vino spumante è ottenuto da una cuvée di diverse annate di vini base da uve Chardonnay, le più vecchie hanno fatto un affinamento più o meno lungo in botti di rovere pregiato. Metodo Charmat Lungo, fa un affinamento sui lieviti in autoclave di almeno 8 mesi e una affinamento di altri 8 mesi in bottiglia prima di essere commercializzato.

Prezzo: Costo 20 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel giallo paglierino intenso, con un perlage che forma una spuma abbondante ed evanescente, fine, abbastanza numeroso e persistente. Al naso è intenso, con forti note di banana matura, vaniglia e frutta esotica. In bocca è molto coerente, con le stesse note di frutta esotica che diventano ancora più importanti. La bollicina è cremosa, è abbastanza fresco e morbido, lungo sul finale. Non concordo sulla temperatura di servizio suggerita di 18-20°C, assolutamente eccessiva per un vino con profumi così intensi e con una acidità appena bilanciata, pertanto consiglio di servire intorno agli 8°C.

Impressioni: Non ha un buon rapporto qualità prezzo perché si tratta pur sempre di un Metodo Charmat, anche se lungo. Nel complesso manca di quella eleganza che contraddistingue tutta la produzione di Carpineto e che ho riscontrato nella quasi totalità degli altri vini degustati. Ho preferito la scorsa annata, che ho premiato nella mia guida vini spumanti 500 Bolle in 500 ed. 2018.

Vini toscani/Campione 2: Farnito Chardonnay Toscana IGT Bianco 2017, Carpineto

Note tecniche: Questo vino bianco è ottenuto da uve provenienti da un piccolo appezzamento a 350 mt sul livello del mare di 2 ettari a sud di Firenze. Il mosto fermenta a temperatura controllata in botti di rovere con lieviti selezionati. Viene sottoposto a ripetute agitazioni, poi a gennaio viene pulito dalle fecce e riposto nelle stesse botti dove riposa per circa 4/5 mesi, per poi essere imbottigliato e affinato in bottiglia per alcuni mesi.

Prezzo: Costo 15 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel giallo paglierino intenso e brillante con delicati riflessi oro rosa. Al naso è intenso ed elegante, con note di pera candita, buccia di arancia candita, miele d’estate, confetto, vaniglia. In bocca è morbido, fresco, coerente e sapido. Aumenta piacevolmente la salivazione. Finale discretamente lungo.

Impressioni: Bottiglia discreta da stappare sia da aperitivo che durante un pasto a base di carni bianche o pesce con una spiccata tendenza dolce come i crostacei.

Vini toscani/Campione 3: Farnito Cabernet Sauvignon Toscana IGT Rosso 2013, Carpineto

Note tecniche: Questo vino rosso è ottenuto da uve delle aziende di Gaville (Firenze) e Chianciano (Siena). Il mosto fermenta in recipienti separati a seconda della provenienza e a temperatura controllata. La macerazione sulle bucce dura circa 15 giorni. In primavera, dopo la fermentazione malolattica, il vino proveniente dalle varie particelle è unito e posto in botti di rovere dove rimane fino a gennaio dell’anno successivo, mese in cui viene imbottigliato. Riposa per almeno 8 mesi prima di essere messo in commercio.

Prezzo: Costo 20 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel rosso rubino profondo con riflessi lievemente granati ai bordi. Roteando il bicchiere forma archetti regolari particolarmente ravvicinati. Al naso è molto speziato, con interessanti note di cacao, ciliegie e sottobosco. In bocca ha una spiccata vena acida: è fresco e con un tannino presente che si avverte nelle gengive. Morbido, con una buona struttura e grande lunghezza.

Impressioni: Bottiglia molto molto piacevole, che ben si presta ad essere abbinata a carni e pesci grassi alla brace.

Vini toscani/Campione 4: Farnito Camponibbio Toscana IGT Rosso 2010, Carpineto

Note tecniche: Questo vino rosso è ottenuto dalle uve di un grande vigneto chiamato Camponibbio che si trova nella parte sud della tenuta di Chianciano (Siena). Questo vigneto è suddiviso in 9 appezzamenti nei quali si coltivano diversi vitigni in differenti cloni. Per ogni vendemmia vello scelte le uve di sangiovese, cabernet sauvignon e merlot che meglio hanno risposto all’andamento stagionale in % che appunto cambiano annualmente in base al clima. Fermenta a temperatura controllata (25-30°C) per circa 15 giorni. Il personale di cantina esegue frequenti rimontaggi con l’ausilio di pompe per rispettare le parti solide formate da vinacce e vinaccioli. Matura in botti di rovere francese di varie dimensioni per un periodo di almeno 12 mesi. Viene affinato almeno 6 mesi in bottiglia.

Prezzo: Costo 25 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel rosso rubino profondo e impenetrabile. Purtroppo il bicchiere non lavora bene e non riesco a valutare la consistenza e gli archetti. Al naso si riconoscono piacevoli note di caffè, pepe nero, amarena sciroppata, rosa, cioccolato fondente che sfumano in un finale balsamico. In bocca entra elegante e con una spiccata vena acida: è freschissimo, ma anche molto morbido. Finale discretamente lungo. Ha un bel tannino, con una leggera sfumatura verde. 

Impressioni: Bottiglia molto molto piacevole e di facile beva. Sembra un vino più giovane della sua età.

Vini toscani/Campioni 5-10: Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG, Carpineto – verticale di 5 diverse annate

Note tecniche: Questo vino rosso è ottenuto per almeno il 70% di uve sangiovese (prugnolo gentile) e per la restante parte di canaiolo ed altre varietà autorizzate. Fermenta a temperatura controllata (25-30°C) per circa 15 giorni. Il personale di cantina esegue frequenti rimontaggi con l’ausilio di pompe per rispettare le parti solide formate da vinacce e vinaccioli. Matura per almeno 24 mesi in grandi botti di rovere di Slavonia (5.500 litri) e in barrique (225 litri) di rovere francese. Viene affinato almeno 6 mesi in bottiglia

Campione 5: Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG 2013

Prezzo: Costo 25 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel rosso rubino profondo e consistente: forma archetti regolari molto vicini. Il naso è fine e prevalgono le note di frutti rossi e neri in confettura. Si riconoscono anche note di tabacco da pipa, cuoio, cacao amaro, viola e carne cruda. In bocca è coerente, molto molto elegante, con una frutta più fresca rispetto quella avvertita al naso. Il tannino è ancora un po’ da arrotondare. Grande freschezza, buona struttura e interessante sapidità. Lo avrei desiderato ancora più lungo sul finale.

Impressioni: Certo oggi è un infanticidio, ma già l’assaggio “tradisce” il suo grande spessore: sarà sicuramente un’annata che con l’evoluzione in bottiglia ci sorprenderà con effetti speciali.

Campione 6: Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG 2011

Prezzo: Costo 25 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel rosso rubino impenetrabile molto concentrato. Roteando il bicchiere forma archetti particolarmente ravvicinati e regolari. Il naso è completamente diverso dal precedente, molto intenso. Riconosco note di frutti di bosco, confettura di fragole, fieno fresco e secco, pepe verde e chiodi di garofano. In bocca è molto fresco, con qualche nota vegetale e un tannino un po’ sgarbato. Nel complesso è spostato sulle durezze. Il finale è lungo, ma meno piacevole del precedente.

Impressioni: Dei campioni proposti durante questa verticale è sicuramente quello che mi è piaciuto di meno. Non l’ho trovato né pulito né equilibrato né elegante.

Campione 7: Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG 2010

Prezzo: Costo 25 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel rosso rubino leggermente trasparente con riflessi granati ai bordi. Al naso è elegante, delicatissimo, con profumi fini di erbe di montagna, caffè, fragola di bosco, cioccolato al latte e cuoio. In bocca è molto coerente, discretamente morbido, fresco, con una buona struttura e un tannino ben amalgamato, per nulla invadente. Discretamente lungo sul finale con una nota di ciliegie sotto spirito.

Impressioni: Bottiglia molto molto piacevole e di facile beva. Sembra un vino più giovane della sua età.

Campione 8: Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG 2007

Prezzo: Costo 45 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel rosso rubino quasi impenetrabile. Forma archetti abbastanza regolari e ravvicinati. Il naso è delicato ed elegantissimo, con note di rosa, cioccolato fresco, amarene sotto spirito, confettura di lamponi con un filo d’olio extravergine, cacao, sottobosco e un finale che oscilla tra l’etereo e il balsamico. In bocca è equilibratissimo tra freschezza e morbidezza. Il tannino è perfetto e il finale è molto lungo, con una interessante vena sapida e minerale.

Impressioni: Il secondo miglior campione della degustazione, con un potenziale evolutivo straordinario. Tra 10 anni sono certa che saprà stupirci ancora di più dell’annata 1995.

Campione 9: Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG 1995

Prezzo: Costo 100 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel rosso granato semitrasparente con insistenti riflessi aranciati ai bordi. Roteando il bicchiere forma archetti molto ravvicinati e regolari. Il naso è elegante e molto balsamico, in cui riconosco note di fungo porcino, viola, rosa essiccata, mora, marasca sotto spirito, macchia mediterranea e pepe bianco. In bocca è di un’incredibile freschezza, con un tannino rotondo, morbido e uno spiccato accento minerale. Grande struttura e molto lungo sul finale.

Impressioni: Certamente il miglior campione in degustazione, un vino raro, di cui innamorarsi perdutamente. Come una donna bellissima ed elegante nasconde egregiamente i suoi anni grazie al grande fascino. 

Campione 10: Vino Nobile di Montepulciano Riserva DOCG 1989

Prezzo: Costo 100 € in enoteca.

La mia degustazione: Si presenta di un bel rosso granato semitrasparente con riflessi aranciati meno pronunciati del ’95. Il naso è elegante e delicato, con note di frutti di bosco sia freschi sia in confettura. Si riconoscono grafite, fiori di rosa inglese, cioccolato crudo e pepe nero. In bocca è leggermente meno pulito del 1995, ma è ancora molto fresco. Morbido, bella struttura e grande lunghezza.

Impressioni: Bottiglia di grande valore organolettico, da provare con una selezione di formaggi importanti.

Vini Toscani: cosa ci abbiniamo per cena?

La cena perfetta di San Valentino? Se il prossimo anno decidi di fare un salto nella splendida Montepulciano non avere dubbi e scegli Le logge del Vignola. Siamo stati davvero benissimo, e hanno anche coccolato noi fanciulle con una rosa rossa! Servizio elegante ma non troppo formale, mi sono sentita molto a mio agio. Ambiente intimo, perfetto per coppie. Beh noi eravamo in 11… e siamo stati comunque davvero benissimo.

Ecco il menù (e complimenti per la scelta oltre che per l’esecuzione!):

Antipasto: L’uovo croccante con le cime di rapa leggermente piccanti, crema di maglione DOP Valdichiana e aglio nero.

Primo: Il risotto carnali Maremma mantecato al Vermouth Franceschi, salsiccia, formaggio erborinato e cavolo viola.

Secondo: La pancia di vitellone su purè di sedano rapa, champignon grigliata e salsa al pino, cardi fritti.

Dolce: La sfera di cioccolato alla spuma di Vin Santo su semifreddo ai Cantucci e fiamma all’assenzio.

Nota di merito al Vin Santo e alla piccola pasticceria che insieme sono stati orgasmici. La compagnia è stata così piacevole che ha reso tutto ancora più bello! Laura è stata deliziosa poi a regalarci dei piccoli block notes a forma di cuore!  Quando lo rifacciamo? 😍 

 

Cosa dici? Ti sto salutando senza raccontarti cosa ho assaggiato di buono a Montalcino? Ma certo, ne parliamo domani! Per oggi voglio lasciare un unico protagonista: il Vino Nobile di Montepulciano.

Cheers 🤩🍷

Chiara

P.S. Grazie a tutto lo staff di Carpineto per essere stati fantastici e per l’invito.

P.P.S. Come sempre grazie a Sony Italia e a Universo Foto per la meravigliosa RX100M4 con cui ho scattato tutte le foto! (Se vuoi una macchina compatta professionale con cui fare foto in ambienti bui con una bellissima resa comprala subito su Amazon a questo link: oggi è praticamente a metà prezzo, da 1050 € a 579 €!)

Tu conosci l’azienda Carpineto? Sei stato all’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano quest’anno? Scrivimelo in un commento!

ItalianoEnglishDeutschFrançaisEspañolNederlandsPortuguêsРусский日本語简体中文
Shares