Sono 21 giorni che non scrivo sul mio adorato wine blog e devo dire che mi siete molto mancati. Tuttavia quest’anno mi sono presa una “licenza speciale” per sposarmi: infatti in questo mese di assenza io e Francesco abbiamo organizzato il nostro matrimonio! Cavolo, ormai che mancano poco più di 40 giorni cominciamo ad essere davvero emozionati… anche per il Coronavirus sarà una cerimonia intima come ho sempre sognato: infatti saremo in 14 noi compresi! In questi 21 giorni però ho cercato di essere più presente su Instagram, anche se non sono stata al 100% nemmeno lì, ma confido che mi perdonerai visto questo momento unico nella vita che stiamo vivendo. Sono stata felice di accettare la proposta di Umberto Cosmo -Bellenda- e fare le mie 3 prime video degustazioni della vita. Ammetto che da sempre sono un po’ restia a mostrarmi in video perchè, anche se uno non lo direbbe mai, sono un po’ timida davanti alle telecamere. Diciamo che sono più un leone da tastiera o da macchina fotografica!!! Però alla fine mi è piaciuto molto… forse complici anche i 3 vini deliziosi (uno spumante metodo classico e due prosecco col fondo) che ho degustato? 🥂

Bellenda Rosé Metodo Classico Talento Brut 2007

Il primo vino di cui ti parlo è un capolavoro. Le piante di pinot nero della Vigna del Moro, su suolo misto argilloso-calcareo sono allevate a guyot e hanno un’alta densità. La vendemmia è manuale, tra la fine di agosto e l’inizio di settembre. Diraspatura, una breve macerazione e pressatura soffice, il mosto così ottenuto fermenta in acciaio e affina sulle fecce fini. Spumantizzazione e rifermentazione in bottiglia, sui lieviti per 72 mesi. Dosaggio zuccherino 7g/l, ma non si sentono affatto.

🥂In questi giorni sto facendo una cosa davvero speciale: sto scegliendo i #vini da abbinare ai piatti di #pescedilago che ho scelto per le nostre #winewedding 🥰

😳Il primo vino che ho scelto è stato un amore a prima vista: #spumante#metodoclassico #rosé 2007 sboccatura 2015 di #bellenda ❤️ Già me lo pregusto con l’anguilla alla brace con una marinatura leggerà alle #erbearomatiche 😍 Per la (video) #degustazione completa seguite @bellenda1986 🤗 Vi anticipo solo una cosa: è spettacolare e costa troppo poco rispetto alla sua qualità/bontà 😱
⠀⠀⠀⠀⠀⠀
🐟Nel frattempo io non vedo l’ora sia il 6 agosto per fare la #provamenu a #castellooldofredi con @francesco_saldi 😍
⠀⠀⠀⠀⠀⠀
©️👩🏼 #chiarabassi 🥂 #perlagesuite

Bellenda “Metodo Rurale” Fermentazione in bottiglia, frizzante sui suoi lieviti, senza solfiti aggiunti

Questo vino prosecco col fondo è stato uno dei primissimi a colpirmi nel panorama della produzione di Umberto Cosmo – Bellenda. Mi piace tutto: la scelta della bottiglia, la scelta del tappo, l’etichetta, il cartellino, l’effetto ceralacca… e naturalmente il contenuto! 

Troppo spesso sentiamo dire che la Glera dà un vino leggero, con struttura non in grado di sostenere lunghe soste in bottiglia. Noi crediamo che questo sia un mito da sfatare. Per questo abbiamo cercato di ripercorrere la nostra memoria olfattiva e gustativa. Ci siamo chiesti quali sono gli elementi da cercare in un vino e quale può essere il modo di produrre questo vino senza ricorrere né a ipertecnologismi né a stregonerie pseudo naturali che, entrambi, con il vino hanno poco a che fare. Crediamo che l’equilibrio tra natura e intervento umano sia la chiave per ritornare a un vino che ci permetta di “bere il territorio”. Abbiamo fatto fermentare questo vino sulle bucce, utilizzando delle tine di legno, senza controllo di temperatura, senza aggiunta di anidride solforosa al prodotto in pigiatura. Nel contempo abbiamo cercato di registrare quanto avveniva in modo da capire cosa stava succedendo alla massa che si stava lentamente trasformando in vino.
Capire per poi sapere dove si può celare l’errore. Capire per non cadere nella tentazione di credere che in natura tutto va sempre per il meglio. Capire per arrivare a produrre un vino con il minimo intervento, ma nello stesso tempo riuscire a produrre un vino che in sé porti la storia del territorio e racconti qualcosa di noi: anche qui la parola d’ordine è “equilibrio”.
La seconda fermentazione è avvenuta in questa bottiglia che avete aperto o state per aprire.

🤔Conosci il #metodorurale di #bellenda 🥂?  

🍇 Una splendida interpretazione del #vitigno #glera #senzasolfiti aggiunti vinificato con il #metodoancestrale che ci regala sentori di burro, noce, cedro candito, scorza di limone e fiori di tiglio! ⠀⠀⠀⠀⠀⠀

🍝Perfetto da solo come #aperitivo la sua struttura e la sua aromaticità citrina lo rendono ideale per una molteplicità di abbinamenti. Ve lo avevo promesso con gli spaghettoni “Il Valentino” #monogranofelicetti con la #sardinadimontisola (e in effetti lo puoi vedere nella seconda foto), ma è in questo abbinamento che ha dato il meglio di sé! Crostone di pane con lievito madre di @tentazioniristorante e la #trota marinata in sale grigio bretone e zucchero per 28 ore alla scorza di limone, pepe di #sichuan e #aneto⠀⠀

❤️ Stasera provo anche un’altra chicca #metodoclassico 2007 di Bellenda e se ci sta così bene vi scrivo la #ricettaaggiornata sul blog con alcune considerazioni… #buonagiornata#winelovers 🥰🍷
⠀⠀⠀⠀⠀⠀
©️👩🏼 #chiarabassi 🥂 #perlagesuite

Bellenda “Così è” Conegliano Valdobbiadene Prosecco col fondo DOCG Frizzante Fermentazione in bottiglia

Un prodotto che riporta alla memoria la tradizione contadina di consumare il Prosecco col fondo a tutto pasto.

E in effetti questo prosecco col fondo a me ha ricordato momenti magici, di domenica, a Palazzuolo sul Senio. Io e i miei amati nonni materni andavamo a fare bellissimi pick-nic. Nonno guidava il suo pandino bianco tenuto come un gioiello stando in mezzo alla strada ai 30 km/h e vantandosi che nessuno lo superava quasi fosse Schumacher. Nonna stendeva la coperta scozzese rossa sulla riva del fiume appena arrivati. Poi via alla locanda, io e nonna in missione pappa! Tortelli ricotta e patate, arrosto del giorno e qualche cantuccio con l’immancabile bicchiere di albana dolce, in una perfetta fusione di quella regione d’Italia che è per me la più bella e non solo perchè ci sono nata: la Romagna Toscana! Sono sicura che i miei nonni avrebbero adorato il prosecco col fondo “Così è” sia abbinato ai tortelli sia all’arrosto!

🤔Conosci il “Così è” Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG frizzante fermentazione in bottiglia di Bellenda?

🍇 Una splendida interpretazione del #vitigno #glera è giallo paglierino velato con un perlage fine e non troppo numeroso. Al naso sentori meravigliosi di mela cotta, mela fresca, pera, erbe aromatiche e timo limonino con una punta di pesca non ancora perfettamente matura. In bocca è cremoso, fresco, coerente e un sorso tira l’altro!⠀⠀⠀⠀⠀⠀
🍝Ideale per accompagnare preparazioni con cotture semplici, con ingredienti raffinati o poveri! Ad esempio è perfetto tanto per una pasta e fagioli quanto per un gambero rosso di Mazara del Vallo… ma se puoi ti invito a farti un bel pick-nic con un cestino di tramezzini veneziani: sarà la perfezione assoluta!

❤️ “I vini con il fondo mi riportano in mente la tradizione […], mi fanno venire in mente i miei nonni; tutte le domeniche con loro in estate andavamo a fare un pic-nic in riva al fiume e ci portavamo il cestino, la coperta a quadri e prendevamo i ravioli ripieni di ricotta e spinaci. Questo sarebbe il vino che mio nonno avrebbe adorato!”
⠀⠀⠀⠀⠀⠀
©️👩🏼 #chiarabassi 🥂 #perlagesuite

Che bello, sono felice di aver ricominciato da questo articolo a scrivere sul mio adorato wine blog! Prossima volta che vado in Romagna da mamma con Francesco ci portiamo il cestino in vimini, una bottiglia di prosecco col fondo di Bellenda e andiamo a fare uno splendido pick-nic sul fiume proprio nell’esatto punto dove andavo ogni domenica con i nonni! Se vuoi leggere altro su Bellenda, ecco altri articoli che ho scritto:

Ho un po’ sorriso a linkarti l’articolo sull’Oroscopo 2020 del Toro… in effetti non ho mai creduto agli oroscopi! Comunque per questa volta mi tocca ammettere che aveva ragione, quantomeno sul lato dell’amore: tra circa 40 giorni mi sposo il ragazzo dei miei sogni, un tipo che il principe azzurro diventerebbe verde dall’invidia a conoscerlo!❤

Cheers🥂

Chiara

Come diventare sommelier

(61 recensioni dei clienti)

Tutto quello che c’è da sapere sul vino in un solo libro. Il manuale è pensato per tutti gli aspiranti sommelier, ma è utilissimo anche per i “già sommelier” che vogliono ripassare, per i winelover che vogliono cominciare a dare basi concrete alla loro passione e per gli operatori di settore che vogliono guadagnare di più imparando sia a gestire la cantina del loro ristorante sia a vendere la bottiglia giusta ai loro clienti.

I Edizione: 31 ottobre 2018, formato 16,5 x 24 cm, 300 pagine in bianco e nero – ISBN 978-88-943070-1-6 [ESAURITO]

II Edizione: 1 dicembre 2019 – formato 16,5 x 24 cm, 430 pagine in bianco e nero, ISBN 978-88-943070-8-5 [IN VENDITA]

 34,00 IVA inclusa!

Svuota

IN OMAGGIO, solo per chi compra il mio libro su Perlage Suite, una copia della Prima Edizione da Collezione della mia Guida Vini Spumanti "500 Bolle in 500", prezzo di copertina 25,30 €.

ItalianoEnglishDeutschFrançaisEspañolNederlandsPortuguêsРусский日本語简体中文